SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Capitaneria di Porto ha reso noto che nei giorni 2, 7 e 11 aprile saranno eseguite le operazioni di prelievo dei campioni di sedimento, compatibilmente con le condizioni meteorologiche, nei pressi dell’imboccatura del porto di San Benedetto del Tronto. Per l’esecuzione di tali lavori sarà impiegato il motopontone Fortunato.

Nei giorni indicati, dalle 7 fino al termine delle operazioni, la navigazione in ingresso e uscita dal porto sambenedettese è sottoposta a limitazioni in base alle momentanee condizioni di accessibilità e manovrabilità dell’imboccatura dello scalo.

Tutte le unità navali in ingresso e uscita dovranno chiedere, via radio sul canale 16 VHF (156,800Mhz), alla Capitaneria di Porto preventiva autorizzazione a intraprendere la navigazione. Le unità in uscita dovranno chiedere la preventiva autorizzazione prima di mollare gli ormeggi, mentre le unità in ingresso almeno a un miglio dal porto. Durante tale periodo sarà presente sul luogo delle operazioni un motopontone che esporrà i previsti segnali individuati dalla Convenzione Colreg ‘72.

Tutte le unità in ingresso e uscita dal porto di San Benedetto del Tronto dovranno prestare particolare attenzione durante le manovre d’ingresso rispettando le seguenti prescrizioni: procedere con estrema cautela e a minima velocità consentita dalle caratteristiche evolutive e di manovrabilità dell’unità, tenendo in considerazione le condizioni meteo marine presenti e i lavori di carotaggio. Dare la precedenza alle unità in uscita, osservando le pertinenti Regole prescritte dalla Colreg ‘72 mantenendosi al centro del passo di accesso e prestando particolare attenzione alle zone laterali di basso fondale, alla situazione delle quote batimetriche riportate e all’unità in manovra intenta all’esecuzione dell’operazione di carotaggio. Evitare, in ogni caso, il contemporaneo attraversamento del canale di transito. Attenersi alle eventuali indicazioni fornite dall’autorità marittima, che assicura l’ascolto continuativo sul canale 16 VHF (156,800 Mhz).

E’ fatto obbligo a tutte le unità che debbano attraversare, in entrata o in uscita, il passo di accesso del porto di San Benedetto del Tronto, di organizzare un apposito servizio di vedetta, inteso a individuare le posizioni e gli elementi del Motopontone Fortunato fermo nel canale di accesso del porto e delle altre unità che hanno già impegnato o che si accingano a impegnare, sia con rotte contrapposte sia raggiungenti il canale di transito.

Il mezzo navale operante deve fare ascolto continuo sul canale 16 VHF, e, per richiamare l’attenzione di unità intralcianti le operazioni in corso potrà lanciare dei razzi (bianchi) di segnalazione e, comunque, adottare ogni possibile comportamento atto a scongiurare, qualsiasi pericolo per la navigazione. I lavori dovranno essere eseguiti solo durante le ore diurne e con condizioni meteomarine assicurate.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 243 volte, 1 oggi)