SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Fabio Urbinati mollerà la carica di assessore dopo le festività pasquali. Una volta ufficializzata la candidatura alle elezioni regionali, l’esponente democratico cederà le deleghe del Bilancio, delle Attività Produttive e della Pesca.

Le dimissioni di Urbinati non sono legate ad un’incompatibilità di fondo (nel 2011 Gabrielli corse per la poltrona di primo cittadino rimanendo assessore in Provincia), bensì ad una scelta personale che si rifà alla corrente renziana, predicatrice da sempre del rinnovamento. Quindi niente doppio incarico o “salvagente” in caso di epilogo negativo.

Le competenze dell’assessore verranno quasi certamente ridistribuite in giunta. Ad un anno dalla fine del mandato, è infatti improbabile l’ingresso di un nuovo componente nella squadra di Gaspari. E proprio il sindaco potrebbe tenersi la pesante delega al Bilancio per i prossimi dodici mesi.

Difficile che la mossa di Urbinati venga emulata da Claudio Benigni, ‘fedelissimo’ di Gaspari e per questo prezioso consigliere comunale di una maggioranza a corto di numeri in assise.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 746 volte, 1 oggi)