ASCOLI PICENO – Saranno Fabio Urbinati, Claudio Benigni, Anna Casini e Monica Acciarri i candidati del Piceno in quota Pd alle prossime elezioni regionali.

Due uomini ( sambenedettesi) e due donne (ascolane), così come imponeva il regolamento del partito nel rispetto delle quote rosa. Ad ufficializzare i nomi è stata lunedì sera l’assemblea provinciale, che ora passerà la parola agli organi regionali, chiamati giovedì ad effettuare la ratifica.

Il segretario Francesco Comi non dovrebbe opporsi ad una quaterna che ha rispecchiato le volontà dei circoli. La Casini si era imposta con 574 voti, seguita da Benigni con 200, Urbinati con 185 e la Acciarri con 64. Un imbarazzo evitato anche dal ritiro polemico di Antonio Canzian, che si era attestato a 97 preferenze.

Il futuro consiglio regionale vedrà diminuire il numero dei componenti da 42 a 30 unità. Il Piceno otterrà complessivamente 4 seggi, due in meno del 2010. Altrettanti ne riceverà Fermo, 6 Macerata, 7 Pesaro e 9 Ancona.

In tal senso, il Pd punterà all’elezione di due rappresentanti. Decisivi saranno pertanto i tatticismi delle varie correnti: la Casini è sponsorizzata dall’onorevole Luciano Agostini, vicino pure a Benigni. Urbinati invece rappresenta l’anima renziana, con l’assessore aiutato dall’etichetta di ‘renziano della primissima ora’, che di questi tempi non fa male.

Paradossalmente, la presenza disturbatrice di Benigni potrebbe avvantaggiare Urbinati, a danno della Casini, dato che il parlamentare offidano farà quasi certamente convogliare tutte le adesioni verso l’esponente ascolana. Alle elezioni non sarebbe infatti in vigore l’opzione della doppia preferenza concessa nella fase delle consultazioni preliminari.

I renziani rivieraschi sono comunque infastiditi dall’atteggiamento ‘ostruzionistico’ del capogruppo, che acuirà ancora di più la frattura interna al partito sambenedettese, con l’amministrazione che remerà in larga parte contro un componente della stessa giunta.

Ma attenzione a non sottovalutare un’altra strategia: un Urbinati eletto in Regione corrisponde ad un candidato in meno alle Comunali del 2016. Fattore non marginale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 868 volte, 1 oggi)