GROTTAMMARE – Il maltempo del 25 marzo ha reso ancor più critica la situazione degli argini del torrente Tesino, in via Bore Tesino. Il comando della Polizia Municipale ha disposto il senso alternato per la circolazione dei veicoli lungo la strada che costeggia a sud l’alveo del torrente.

La piena in corso in queste ore a causa della pioggia persistente, infatti, ha compromesso ulteriormente la resistenza degli argini, che stanno cedendo alla forza dell’acqua e riducendo vistosamente le distanze tra il corso d’acqua e il piano stradale.

La mareggiata ha peggiorato la condizione già critica dei tratti di costa soggetti ad erosione, mentre le raffiche di vento hanno aggravato il bilancio dei danni già subiti dalla  pineta Ricciotti, dove sono risultati pericolanti sia un pinus pinea nei pressi del chiosco bar,  sia due pini d’aleppo più a nord. Nel primo caso, probabilmente, si procederà all’abbattimento, negli altri due si provvederà a un sensibile alleggerimento delle chiome, nell’ambito di Piano di ristrutturazione che interesserà l’intera area verde.

“Ormai siamo rassegnati – è il commento del sindaco Enrico Piergallini – Affrontiamo il supplizio di Sisifo. La situazione è preoccupante, non solo per l’erosione marina, ma anche per la quantità di materiale che temiamo di trovare sulle nostre spiagge una volta che il mare sarà calmo. Stavamo per completare il lavoro di smaltimento della precedente mareggiata adesso bisognerà ricominciare daccapo. Chiediamo ai cittadini comprensione, faremo il possibile, ma i fenomeni meteorologici di questi giorni sono stati realmente eccezionali”.

Per quanto riguarda gli argini del torrente Tesino, va precisato che il tratto in questione non è ricompreso nell’area dei lavori di messa in sicurezza già appaltati dalla Provincia di Ascoli Piceno e di imminente avvio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.179 volte, 1 oggi)