MARTINSICURO – I carabinieri di San Benedetto del Tronto, nell’ambito di una mirata attività investigativa, hanno arrestato a Martinsicuro una coppia di giovani tunisini con l’accusa di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e aggressione a pubblico ufficiale.

I militari, nel tardo pomeriggio di martedi 24 marzo, hanno seguito a distanza alcuni tossicodipendenti che, partiti con un pullman di linea da San Benedetto del Tronto, si stavano recando a Martinsicuro per acquistare eroina. Quando il gruppetto si è portato in zona Tronto e Hanen Stati, tunisina di 29 anni pluripregiudicata, è stata vista cedere loro alcune bustine, è scattato l’intervento dei carabinieri che hanno fermato la donna e identificato i tossicodipendenti, sequestrando inoltre circa 2 grammi di eroina.

A quel punto è scattata anche la perquisizione domiciliare, ma a casa della tunisina c’era il compagno, Mohamed Zied di 27 anni, che, per impedire l’ingresso dei carabinieri, si è scaraventato contro di loro aggredendoli prima con calci e pugni poi impugnando un coltello da cucina.

Sul posto si erano portati nel frattempo anche i carabinieri di Martinsicuro che, in aiuto ai colleghi, hanno disarmato e bloccato l’uomo. In casa sono stati recuperati altri 5 grammi di eroina.

Mohammed Zied si trova ora nella cella di sicurezza della caserma dei carabinieri di San Benedetto del Tronto, mentre la donna è ai domiciliari a Martinsicuro. I due sono in attesa dell’udienza di convalida del fermo.

I tossicodipendenti identificati, invece, sono stati segnalati alla prefettura.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 607 volte, 1 oggi)