SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’Apt di Antonia Fanesi ha presentato sabato scorso una serie di iniziative tra le quali spicca l’invito a 15 operator e ad alcuni rappresentanti di istituzioni della Repubblica Ceca.

“L’iniziativa rappresenta un’ottima opportunità per far conoscere la nostra zona e in particolare i residence, le case vacanza, hotel e camping. Ma anche tutto il territorio piceno e la sua cultura, l’enogastronomia, le bellezze naturalistiche e tante altre pecularietà”

A proposito di enogastronomia, dal 25 a 30 marzo, presso l’hotel Villa Corallo si terrà un corso per l’idoneità fisiologica all’assaggio di oli vergini di oliva. Altre iniziative anche ad Acquaviva con il progetto “Camminate nei musei” che ha lo scopo di valorizzare i musei minori situati in vari centri della Vallata del Tronto.

Ne abbiamo approfittato per saperne di più sulle polemiche intorno al Piceno Dmo del presidente Silvio Antognozzi

“Dico soltanto che, secondo me, nessuno può sentirsi proprietario del turismo, noi facciamo i fatti e abbiamo un presidente onorario che garantisce esperienza e conoscenza come Ivano Pennesi. Non mi sembra nemmeno molto utile che nel tavolo del turismo le idee latitano”

Pare che molti dissensi sono finalizzati a fondi regionali che fanno gola a molti?

“I fondi sono importanti ma vanno usati bene. Sembra per lo meno strano che le associazioni di categoria debbano restarne fuori”.

Sarà così ma certi discorsi a ridosso dell’estate mi fanno credere che l’eliminazione di protagonismi e quindi di personalismi sia ancora molto lontana. Avevo appreso con entusiasmo la formazione di un unico punto di riferimento al quale addossare colpe o fare complimenti a fine stagione. Non è così perché non mancano le complicazioni. Speriamo bene ma,secondo me, stiamo continuando a fare harakiri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 483 volte, 1 oggi)