FERMO – Le interviste dopo Fermana-Samb. Silenzio stampa nei rossoblu.

IACONI: “Chi doveva dirigere la partita ha pensato in un modo ma ha agito in un altro. L’ arbitro ci ha penalizzato e il buon senso in più occasioni è stato travalicato. Fatta questa premessa la Samb non ha avuto grossi colpi da piazzare. Anche se abbiamo perso faccio i complimenti alla squadra. I miei ragazzi hanno fatto tutto ciò che potevano. Non era facile tener testa alla Samb ma noi in qualche modo ci siamo riusciti. Per il risultato ovviamente sono rammaricato ma sono contento perché siamo stati volenterosi e gagliardi. Ci è mancato veramente poco. Allenare la Samb un giorno? No, non credo proprio”

CUSARO: “Abbiamo fatto la gara che volevamo ma ovviamente dispiace per il risultato. Perdere a 10 minuti dalla fine fa male perché i nostri sacrifici sono stati vani. Nel primo tempo potevamo sicuramente essere più concreti. La Samb, oltre alla traversa di Borghetti, non ha fatto tiri in porta. Contenti dunque di aver dato loro del filo da torcere. In quanto al rigore faccio fatica a giudicare se ci fosse o no perché non ero lì”.

CONTI: “C’ è molto rammarico perché la gestione dell’arbitro ha lasciato veramente molto a desiderare. Non mi piace fare accuse di questo tipo ma sono ormai quattro domeniche che subiamo questo trattamento. La Fermana è un club serio, ha una società sana e non merita di ricevere un trattamento simile. Nella gara di oggi i ragazzi hanno sputato sangue e questo non puó che essere un segnale positivo per noi. La partita è stata decisa sugli episodi. Se continuiamo così sicuramente i risultati arriveranno”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 969 volte, 1 oggi)