SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riportiamo e pubblichiamo un comunicato, giunto in redazione, da parte di Forza Italia Giovani:

“Ennesima leggerezza per chi sfortunatamente si trova in una situazione disagiata. È proprio così, per un disabile, vivere a San Benedetto del Tronto è una vera e propria avventura ogni giorno. Nei giorni scorsi noi giovani ci siamo voluti inoltrare nel mondo della disabilità e abbiamo notato una situazione al quanto bizzarra. A San Benedetto e Porto d’Ascoli barriere architettoniche insormontabili per chi la mattina vive la città in carrozzina tutto il giorno. Nel 2015 trovare una barriera architettonica in città per lo più turistica e con diversi alberghi è una situazione alquanto sconcertante.

Non siamo noi a ricordare a chi da più di 5 lustri governa questa città che le barriere architettoniche sono state messe sotto regolamento dal Presidente della  Repubblica  il 24 luglio 1996 con il D.P.R.  503. Fino ad oggi non è stato fatto nulla per azzerarle, probabilmente sono aumentate.

Ciò che si è visto in questi giorni in via Marsala ha un qualcosa di assurdo. Nel voler rivoluzionare la viabilità hanno dimenticato di posizionare uno stallo per disabili in pieno centro cittadino. Certo questo è niente alle tante vie dove ancora sono presenti barriere architettoniche: via Velino, via Clara Maffei, via dei Mille, via Toti, via Vomano, via Esino, Via Damiano Chiesa, via Giussano, via Colleoni (dove è presente una scuola), via del Cacciatore, via Martiri di Marzabotto, via Don Sturzo, via Fratelli Cervi, via Nebbia e tante altre.

Per questo sabato 21 marzo scenderemo in piazza per schierarci al fianco delle fasce più deboli che quotidianamente si trovano a risolvere problematiche con i propri familiari.

Perché l’eliminazione delle barriere architettoniche risponde ad un’esigenza di autonomia, di fruibilità in sicurezza di spazi privati e pubblici, di dignità sociale delle persone diversamente abili che, oggi più che mai,  deve vedere tutte le amministrazioni pubbliche coinvolte ed attive”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 433 volte, 1 oggi)