GROTTAMMARE – Ad aprile partiranno i lavori di ristrutturazione dell’ex albergo Italia e anche della Piazza antistante all’edificio, P. Alighieri, grazie al finanziamento dell’imprenditore Amedeo Pignotti, titolare della società di scopo “Gea srl”.

“L’iniziativa di recupero –spiega l’imprenditore- partì 5 anni fa quando consultai tecnici e avvocati per l’acquisto del fabbricato. A causa delle tante società fallite dietro all’ex albergo Italia dovetti affrontare un percorso molto difficile. Finalmente riuscii nell’agosto 2013 ad entrare in possesso legale dell’immobile pagando tutti i creditori. Grazie al progetto dell’architetto Massimiliano Perazzoli l’edificio sarà integrato in modo armonico con l’ambiente circostante. Verranno realizzati 9 appartamenti, al piano terra i negozi commerciali e nello spazio sotterraneo i magazzini. I lavori saranno conclusi per la fine del 2016.”

Valore finale dell’immobile  4 milioni e mezzo di euro. Il privato, inoltre, ha pagato al Comune di Grottammare 40.000 euro come somma per le opere di urbanizzazione secondaria e oneri di fiscalizzazione standard previsti dal piano casa.

Il commento del Sindaco Piergallini: “Due benefici pubblici preziosissimi: primo l’abbattimento dell’ecomostro “ex albergo Italia”, costruito 20 anni fa e fallito 12 anni fa. Secondo una nuova sistemazione e qualificazione della Piazza Dante Alighieri (P. Angioletto) grazie al finanziamento di Amedeo Pignotti. D’altronde l’avevamo promesso ai cittadini durante la nostra campagna elettorale che avremmo realizzato un piano di recupero del suddetto spazio”.

Ma andiamo ai dettagli più tecnici: il palazzo, di colore beige e panna, con i balconi in vetro specchiato, avrà una struttura tipicamente moderna rispettando, ovviamente, lo stile degli edifici adiacenti. Per quanto riguarda la Piazza, come spiega Liliana Ruffini, architetto del settore lavori pubblici del Comune, “abbiamo voluto eliminare le barriere architettoniche rimuovendo in primis il dislivello fra il Corso Mazzini e la superfice della Piazza. Soltanto verso il lato nord sarà presente un dislivello maggiore di quello attuale rispetto al marciapiede esistente, che verrà però assorbito dalla realizzazione di due rampe di scale. La fontanella di metallo sarà dislocata nel lato nord e le panchine di pietra, sostituite da quelle in legno, saranno orientate verso la fontana a forma di angioletto. Il materiale utilizzato sarà ovviamente lo stesso dell’area pedonale, in pietra bianca di Apricena. ”

“Ci aspettiamo e ci auguriamo –conclude l’imprenditore- che l’intero progetto possa piacere e riscuotere un successo anche commerciale!”

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 905 volte, 1 oggi)