SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Dal novembre scorso non abbiamo ricevuto ancora alcun parere sulle nostre idee per arginare la problematica del vandalismo sfrenato e degli imbrattatori seriali a scapito dei monumenti cittadini”.

Così dichiara Stefano Muzi, Segretario del Club di Forza Italia San Benedetto Protagonista, il quale bacchetta la Giunta Gaspari, “tacciata di essere poco sensibile alla salvaguardia del decoro urbano”.

“Il 21 novembre mi recai in Comune per protocollare il nostro documento programmatico sul tema in questione, tornato di stretta attualità dopo il recente sfogo dell’artista Ugo Nespolo. Il numero identificativo di tale atto formale è il 71754, che era stato indirizzato all’attenzione del sindaco, dell’assessore alle politiche giovanili Spadoni ed a quello del decoro urbano Fanini.

Dopo quasi quattro mesi non conosciamo l’opinione dell’amministrazione sul nostro progetto, di diciannove pagine, ben articolato e ricco di spunti e potenziali rimedi come ad esempio l’inasprimento delle ammende a carico di coloro che realizzano gli imbrattamenti e sono colti nella flagranza dell’atto, oppure l’introduzione di una specifica imposta erariale di consumo sulla vendita degli spray a coloro non presenti e rintracciabili nell’albo comunale apposito.

Vi erano illustrati, inoltre, accorgimenti tecnici preventivi, come specifiche pellicole antigraffiti, frutto di studi nel campo delle nanotecnologie, che, una volta applicate, creano una barriera protettiva impermeabile alle goccioline di vernice e di spray. Muri, monumenti, facciate di case e mantelli stradali potrebbero usufruire di questo trattamento, ad un costo di circa 90 euro per metro quadro e mirano a garantire l’impermeabilizzazione per almeno cinque anni”.

Muzi afferma che “questo silenzio assordante umilia non soltanto l’opera di Nespolo, a cui inoltro la mia solidarietà, rimasta deturpata da mesi, ma anche tutti i sambenedettesi che amano la propria città”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 444 volte, 1 oggi)