SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nessun ammonimento da parte della Corte dei Conti, almeno per Giovanni Gaspari. Il sindaco considera “del tutto normale” le comunicazioni della magistratura contabile: “Tutti gli anni fanno relazioni a tutti i comuni. Quest’anno noi l’abbiamo pubblicata sul sito, in ossequio alla trasparenza. Non sono rilievi, è una nota con la nostra risposta. A voi sembra una cosa straordinaria, mentre è un esercizio naturale. Vi invito di andare a vedere gli altri trentatre comuni del Piceno, vi renderete conto di questo”.

La Corte dei Conti avrebbe riscontrato delle criticità, soprattutto in merito alla situazione delle società partecipate. L’ente ha replicato informando che nel 2015 sarà attivato un Ufficio di Partecipazioni Societarie per redigere il bilancio consolidato.

In tal senso, il 19 marzo in Consiglio Comunale approderà la delibera sulla valutazione dello stato di salute delle partecipate. “Spesso si dà enfasi a cose di ordinaria amministrazione, la si confonde per molte ragioni. Non abbiamo nulla da nascondere, ci tenta di dimostrare con degli articoli tesi non dimostrabili”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 389 volte, 1 oggi)