SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Protesta degli studenti di tutta la Provincia di Ascoli Piceno e del vicino Abruzzo per la difficoltà di recarsi regolarmente nelle aule degli istituti superiori di San Benedetto, Grottammare e Ripatransone a causa del maltempo, e critiche alla comunicazione dei Comuni di San Benedetto e Ascoli. In una lettera inviata al presidente della Provincia Paolo D’Erasmo, a tutti i sindaci e tutti i dirigenti scolastici delle scuole superiore, i rappresentanti studenteschi (elencati in coda all’articolo) scrivono: “Teniamo a segnalare le problematiche che, per colpa dell’allerta meteo riguardante la giornata di oggi e quella di domani (5 e 6 marzo, ndr), hanno interessato gli studenti e le studentesse che, da ogni parte della provincia e del vicino Abruzzo, si recano nei plessi locali. Abbiamo riscontrato problemi effettivi nella viabilità stradale in direzione della città di San Benedetto del Tronto, cosa che ha interessato principalmente gli studenti e le studentesse provenienti dall’entroterra e in particolar modo dalle zone collinari di Offida, Force, Monteprandone, Acquaviva Picena e di tutta la valle del Tronto in generale. Oltre ad essi, anche gli studenti provenienti dal vicino Abruzzo e dalla provincia di Fermo hanno riscontrato forti perplessità nel recarsi nella giornata di venerdì 6 nei rispetti complessi scolastici nella città di San Benedetto del Tronto, Grottammare e Ripatransone“.

“In questa situazione abbiamo unanimemente riscontrato poca chiarezza nella comunicazione da parte dei comuni di San Benedetto del Tronto e Ascoli Piceno, creando non pochi dubbi e problemi a chi si trova tuttora a domandarsi se frequentare nella giornata di domani (6 marzo, ndr) le lezioni regolarmente” continua la nota.

“Nel quadro generale, ci sentiamo di dire che molte classi saranno sfortunatamente colpite da assenze dovute esclusivamente a problemi di trasporto, di sicurezza personale, e quindi metereologici. Pur comprendendo la situazione difficile che i sindaci si sono trovati ad affrontare in queste ore nel garantire l’efficienza e l’efficacia dei servizi scolastici di ogni ordine e grado e non solo, come rappresentanti degli studenti degli istituti superiori locali ci sentiamo di invitare le autorità per il futuro a tenere conto che nello spettro degli alunni frequentati le scuole della riviera non vanno ascritti esclusivamente quelli delle città in cui essi si trovano, ma anche e soprattutto coloro che debbono affrontare un tragitto che, anche in motivazione di fatti di cronaca che alcune volte hanno riportato di problemi alla viabilità e al traffico, devono recarsi quotidianamente a scuola per assolvere il loro compito di studenti”.

Davide Clementi, vicepresidente della Consulta Provinciale degli Studenti (Liceo Classico “G. Leopardi”)

Alberto Agostini, rappresentante di giunta della Consulta Provinciale degli Studenti (Liceo Scientifico “B. Rosetti”)

Ludovico Marsicano, rappresentante della Consulta Provinciale degli Studenti (Liceo Classico “G.Leopardi”)

Francesco Bovara, rappresentante d’Istituto (Liceo Classico “G. Leopardi”)

Stefano Giusti, rappresentante d’Istituto (Liceo Classico “G. Leopardi”)

Leonardo Ruggieri, rappresentante d’Istituto (Liceo Scientifico “B. Rosetti”)

Antonio Civiletto, rappresentante d’Istituto (Liceo Scientifico “B. Rosetti”)

Andrea Del Prete, rappresentante d’Istituto (Liceo Scientifico “B. Rosetti”)

Leonardo Binni, rappresentante d’Istituto (IIS “Fazzini-Mercantini”)

Claudia Vagnoni, rappresentante d’Istituto (IIS “Fazzini-Mercantini”)

Francesco Capodarca, rappresentante d’Istituto (IIS “Fazzini-Mercantini”)

Daniele Pantoni, rappresentante d’Istituto (IPSIA San Benedetto del Tronto)

Michele Cavatassi, rappresentante d’Istituto (IPSIA San Benedetto del Tronto)

Mattia Miletta, rappresentante d’Istituto (IPSIA San Benedetto del Tronto)

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.573 volte, 1 oggi)