MILANO – “Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori, le cortesie, l’audaci imprese io canto,…“. Con queste parole scritte da Ludovico Ariosto nel proemio de l’Orlando Furioso vogliamo raccontare quanto di incredibile e stupendamente meraviglioso si è verificato in questa seconda tappa del Campionato Nazionale di Serie A1/A2 GAF e GAM in quel di Assago Milanofiori Forum sabato 28 febbraio davanti a più di 4 mila spettatori letteralmente rapiti dall’impresa compiuta dal quintetto di San Benedetto del Tronto che ha onorato il suo impegno con la memoria di Pasquale Carminucci recentemente scomparso.

A tutti gli effetti dopo la prima rotazione con partenza esplosiva al volteggio, il 14.050 di Maria Vittoria Cocciolo, la dice lunga sulle buone intenzioni delle ginnaste sambenedettesi, ecco che alle parallele asimmetriche, dopo il pur buono esercizio dell’allieva Valentina Giommarini (12 anni), che desta l’interesse degli esperti in campo, cade dal 360° riportando la distorsione della caviglia sinistra pregiudicando altresì la sua partenza prevista per martedì 4 marzo alla volta del Canada con la nazionale Junior.

La squadra fa quadrato perché oltre alla Memoria di Pasquale Carminucci ora c’è da gareggiare per la stessa Maria Vittoria che nel frattempo viene portata in ospedale per gli accertamenti di rito. Si susseguono alle parallele con successo Jessica Hélène Mattoni che, sacrificandosi, pur affetta da una fastidiosa fascite plantare al piede sinistro, incurante del dolore, sale e porta a casa un buon esercizio, seguita da un’altrettanta brava e coraggiosa Laura Lenzini della Vis Academy di Sassuolo, nonostante i tre “freschi” punti di sutura al gomito per una caduta accidentale, esegue al meglio la propria routine portando punti preziosi alla squadra.

Le ragazze si abbracciano e stringendosi a coorte vengono trascinate letteralmente dalla determinazione delle due veterane della squadra Jessica e Joelle  Mattoni e affrontano determinate la trave (Jessica Hélène Mattoni, Valentina Giommarini e Laura Lenzini) e il corpo libero (Joelle Elisabeth e Jessica Hélène Mattoni, Valentina Giommarini e Laura Lenzini) portando a casa meritatamente il risultato e salendo in onore del compianto Pasquale Carminucci sul gradino più alto del podio con un punteggio totale pari a 148.900.

Queste ragazze hanno gareggiato avendo nel cuore la vera intenzione di onorare Pasquale Carminucci uno degli eroi della ginnastica mondiale e sambenedettese per il quale insieme ai suoi due fratelli, Alberto e Giovanni, chiediamo (tutto il movimento della ginnastica e dello sport nazionale è d’accordo) la realizzazione di un monumento al centro della Città di San Benedetto del Tronto così che resti per le nuove generazioni quale memoria storica e fulgido esempio di educazione al sacrifico e all’impegno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 375 volte, 1 oggi)