SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Samb batte la Jesina con un risultato di 4-0 grazie alle reti di Napolano, Baldinini e Tozzi Borsoi.  Prosegue il silenzio stampa da parte della società rossoblu. Per questo motivo a seguito della gara sono intervenuti mister Bacci, Sassaroli e il Presidente Polita.

BACCI: “L’espulsione di Calcina ha sicuramente condizionato la partita. Sapevamo che la gara sarebbe stata difficilissima. Abbiamo giocato con 6 under e privi di 4 titolari. Abbiamo disputato il match in 10 e poi in 9. A San Benedetto hanno preso 4 gol diverse squadre. E’ successo anche a noi. Risultato giustissimo e per alcuni aspetti sarebbe potuto essere anche più larghi. Non siamo riusciti nell’intento che avevamo. Campionato finito? Nel calcio non si sa mai. Finché non arriva la matematica bisogna continuare fino alla fine. Come organico la Samb è superiore a tutti. La Maceratese è altrettanto forte ma il club rossoblu nella sua totalità è superiore”

SASSAROLI: “L’espulsione non era così netta. Credo che sarebbe stata più giusta un’ammonizione ma ormai non si può più tornare indietro. Se andiamo ad analizzare i gol sono stati dovuti soprattutto da mancanze nostre sulle quali dovremo lavorare nel corso della settimana”

POLITA: “All’andata la Jesina ha giocato meglio della Samb.  Noi accettiamo l’ironia, lo sport è la metafora della vita. Questo lo dico in merito al tifoso che mi ha regalato il pallone. Per quanto riguarda la gara invece accettiamo la sconfitta di oggi nonostante qualche gesto poco sportivo. Riconosciamo i meriti rossoblu ma vorrei che venissero riconosciuti anche quelli della mia squadra nella partita di ottobre. Quando si eccede nelle offese però bisognerebbe fare ammenda. All’andata ci hanno accusato di aver gettato una bottiglia in campo e abbiamo dimostrato che quella sanzione era ingiustificata. Abbiamo fatto ricorso ed è stato dimostrato che quello per il quale siamo stati accusati non era accaduto. Due anni fa mi sono seduto in una zona dove c’erano tifosi molto focosi ma nonostante tutto sono stato trattato benissimo. All’epoca fummo sconfitti e lo accettammo. Se io avessi mal digerito la sconfitta di oggi non mi sarei presentato in sala stampa ed invece sono qui. Nella vita, così come nello sport, mi assumo le mie responsabilità. Noi per l’atteggiamento assunto all’andata abbiamo fatto ammenda oggi invece questa enfatizzazione in merito alla vittoria rossoblu non mi piace molto”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 837 volte, 1 oggi)