SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una telefonata nel mirino. In occasione del prossimo Consiglio Comunale, il Movimento Cinque Stelle presenterà un’interrogazione per ottenere chiarimenti sui contatti intercorsi in passato tra il sindaco Gaspari e la Skidata a proposito dei lavori al Riviera delle Palme.

I grillini riportano le dichiarazioni del general manager dell’azienda, che ha fatto cenno a una vecchia chiacchierata con il primo cittadino sottolineando come l’impresa abbia nel tempo atteso segnali da parte del sindaco.

Chiede quindi Marucci: “Perché Gaspari non ha contattato la Skidata rimasta in attesa di sue notizie visto che già due anni fa aveva parlato loro di una transazione economica al 50% del credito vantato e che sarebbe stato assolto da una nuova azienda che sarebbe subentrata alla Rdp assumendosi appunto l’onere di pagare?”.

Gaspari, interpellato sull’argomento, oggi puntualizza: “Della telefonata con la Skidata mi ero dimenticato. Quando parlai in Consiglio a dicembre dissi quello che ricordavo in quel momento. Poi mi è tornata in mente una telefonata, mi fu chiesto di parlare con questi signori. Era l’epoca in cui l’avvocato Gaetani stava tentando alcune strade”.

Il confronto durò comunque pochissimo: “Non andammo oltre qualche minuto e non ebbe seguito e riscontri. Non è che c’è un’azione intrapresa e portata avanti con perseveranza nel tempo. Ho fatto semplicemente da tramite ad una richiesta. Finì tutto lì”.

Il sindaco torna pure sui lavori di messa a norma dell’impianto a carico della Decasol: “Adesso venga mantenuto quanto sottoscritto in convenzione, spero che l’intervento termini per la fine di marzo. Per il resto, tutto quello che doveva essere detto è stato detto. Abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Noi non abbiamo nessun tipo di obbligo contrattuale con nessuno di questi soggetti”.

“TASSOTTI? LA SUA E’ UNA GUERRA SANTA” Il numero uno di Viale De Gasperi resta invece impassibile di fronte alle recenti mosse di Pierluigi Tassotti. “Sta facendo una guerra santa personale”, dichiara. “Ma viviamo in uno Stato di diritto ed è libero di fare quello che sta facendo”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.018 volte, 1 oggi)