SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è tenuta nella mattinata del 18 febbraio, una riunione convocata in Municipio dal sindaco Giovanni Gaspari alla quale hanno preso pare il presidente Settimio Capriotti e il coordinatore del Gruppo di Azione Costiera – Gac Marche Sud Sergio Trevisani, la dirigente comunale Catia Talamonti e i rappresentanti delle Camere di Commercio di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata.

Obiettivo, l’individuazione di possibili sinergie tra i diversi organismi per partecipare all’Esposizione Internazionale di Milano.

Nell’incontro, il sindaco ha invitato le Camere di Commercio a valutare l’opportunità di progettare un evento territoriale condiviso legato all’Expo, ovviamente connesso al tema dell’alimentazione che caratterizzerà l’Expo. A tale proposito, esistono appositi fondi nelle disponibilità del Gac Marche Sud destinati a finanziare progetti nei settori della produzione del pescato, della commercializzazione ittica, del turismo e della ristorazione. Dunque, creando un progetto comune, le tre Camere di Commercio potrebbero rispondere ad un bando che verrebbe pubblicato dal Gac Marche Sud e accedere così a questi finanziamenti.

La proposta è stata accolta con favore e sono state gettate le basi per un progetto che preveda una vetrina della filiera ittica sia a Milano durante l’Expo sia sul territorio, anche fuori dal periodo di svolgimento della kermesse milanese.

“In questo modo – ha spiegato Gaspari – troverebbero visibilità tutte le realtà che fanno parte del Gac, da Porto Recanati a San Benedetto del Tronto. Auspico si possa riuscire a definire una progettualità comune capace di offrire lo spazio adeguato a questo territorio in occasione di un evento epocale come l’Expo”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 219 volte, 1 oggi)