MONTEPRANDONE – Circa 1500 atleti hanno preso il 15 febbraio alla 26esima Maratonina di Centobuchi. Manifestazione sportiva, organizzata dalla Nuova Podistica Centobuchi – Monteprandone, che quest’anno ha sposato un evento di solidarietà.

Sono stati infatti circa 100 chili gli alimenti donati al Banco Alimentare di San Benedetto del Tronto dai runners, ma anche spettatori, che hanno preso parte alla gara podistica. Il Banco è stato presente con un punto di raccolta per ritirare prodotti alimentari, a lunga conservazione, da donare poi alle strutture caritatevoli del territorio.

Entrando nel dettaglio della competizione sportiva sono il recanatese Falasca Zamboni e la bresciana Simona Santoni a scrivere il loro nome nell’albo d’oro della Maratonina di Centobuchi la classica mezza maratona che anche quest’anno si è contraddistinta per la numerosa partecipazione di runners provenienti da ogni parte d’Italia.

Competizione vinta da Andrea Falasca Zamboni dell’atletica Recanati con il tempo di 1.08.27 il quale ha preceduto sulla linea di traguardo il sambenedettese Denis Curzi che ha fatto fermare il cronometro sul tempo di 1.08.28 mentre al terzo posto si è classificato Mauro Marselletti con 1.09.29.

Tra le donne la vittoria è stata ottenuta da Simona Santoni della società Brescia 1950 con il tempo di 1.17.26 mentre sul secondo gradino del podio è salita Cristina Marziani con 1.20.02 e al terzo Alessandra Carlini  dell’Avis Ascoli Marathon con il tempo di 1.22.14.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 320 volte, 1 oggi)