SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E venne il giorno. Dopo più di un decennio di annunci, la zona di San Filippo Neri cambia pelle e veste.

Al centro della riqualificazione via Ferri. Il 16 febbraio partiranno gli interventi di taglio dei quattordici pini adiacenti l’istituto scolastico, di smantellamento dei pali dell’illuminazione e di rimozione, con conseguente rifacimento, dei marciapiedi.

La viabilità verrà modificata una settimana dopo, con il percorso che passerà a senso unico (nord-sud). I lavori, affidati alla ditta Adriatica Bitumi, dureranno circa quattro mesi. “Il cantiere verrà transennato – dice il responsabile Egidio Tedeschi – se non insorgeranno problematiche sono convinto che potremmo finire anche prima”.

Molti stalli auto saranno ridisegnati e disposti a lisca di pesce. Operazione che farà guadagnare ben 39 parcheggi in più. Scenario che allontana il ritorno al doppio senso di circolazione una volta sistemata la via.

Nel tratto compreso tra le traverse di via De Carolis e via Aleardi i marciapiedi verranno allargati, passando dai 170 centimetri attuali a 185.

Via Ferri sarà tutta riasfaltata, con l’installazione di un dosso all’altezza dell’attraversamento pedonale di fronte alla scuola. Nuove essenze arboree riempiranno l’area, che verranno scelte assieme al Comitato di Quartiere.

Nel progetto di 250 mila euro rientrerà pure via Manzoni. “Realizzeremo un nuovo manto stradale – dichiara l’assessore Sestri – e visto che stiamo parlando di una strada larga ben 10 metri abbiamo pensato di piantumarla, rendendola un viale alberato in entrambi i lati”.

Contestualmente comincerà il restyling di via Marsala. Qui le auto circoleranno da sud verso nord, con il recupero di 19 stalli sempre grazie alla sistemazione a lisca di pesce. Questi andranno a distribuirsi a destra e sinistra, in un’ottica di traffic-calming che genererà uno slalom decisivo per la riduzione di velocità delle vetture.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.697 volte, 1 oggi)