SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La scelta di non far partecipare i tifosi della Samb alla trasferta di Fano, dove sarebbero stati numerosissimi se non decisivi, è una decisione che fa male al calcio. Vero è che in passato molte volte abbiamo biasimato comportamenti rischiosi da parte dei tifosi, ma nella cronaca recente non si ravvisano episodi rilevanti e anche quanto sarebbe avvenuto a Giulianova non ci sembrava tale da squalificare il campo.

Soprattutto occorre che, per la parità delle condizioni del campionato, si prendano le identiche soluzioni ad identici comportamenti. Il fatto di cronaca più grave di cui abbiamo memoria, nel corso di questo campionato e relativo alle gare della Samb, riguarda un tifoso della Maceratese che ha scavalcato la recinzione e si è diretto contro il settore dei tifosi rossoblu.

Non ci sembra che l’Helvia Recina abbia subito qualche interdizione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.077 volte, 1 oggi)