MARTINSICURO – Continua a tenere banco nella città truentina la vicenda della realizzazione di uno sgambatoio per cani in zona Tronto. Dopo le parole dell’amministrazione in merito, a parlare sono i residenti del quartiere Tronto, che nei giorni scorsi avevano avviato una raccolta di firme per fermare i lavori.

Non siamo assolutamente contrari a questa opera – dice Cosimo Damiano Iurlaro, promotore della raccolta firme – chiediamo semplicemente all’amministrazione di individuare un’altra area più idonea. Quella che è stata scelta è troppo vicino alle abitazioni e un parco per cani, se non gestito con la massima diligenza, potrebbe portare problemi igienico-sanitari gravi.”

“Ma soprattutto – continua Iurlaro – attualmente quello spazio verde, l’unico in tutto il quartiere, è frequentato da tanti bimbi che giocano all’aria aperta. Le mamme della zona si ritrovano lì con i propri piccoli, insomma è per noi residenti una grande risorsa, una piccola oasi felice nel degrado del quartiere. Perchè dobbiamo privarcene?

I residenti hanno, infine, richiesto ufficialmente un incontro con il sindaco Paolo Camaioni e l’assessore ai Lavori Pubblici, Andrea D’Ambrosio, “per trovare una soluzione alla questione. Individuare un altro spazio più idoneo al parco a quattro zampe vorrebbe dire aggiungere un punto di aggregazione in più, per un quartiere che ha estremamente bisogno di tornare a vivere, senza dover rinunciare a uno spazio già esistente e funzionante“.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 976 volte, 1 oggi)