2008-2010 l’inizio dell’era D’Angelo e la storica promozione in Eccellenza

MARTINSICURO – Il nuovo presidente Vincenzo D’Angelo rileva nell’estate del 2008 l’Asd Martinsicuro, interrompendo la più lunga presidenza della storia della società: quella di Achille Tommolini, durata ben 28 anni.

Il progetto di D’Angelo è subito chiaro: puntare alla massima serie regionale, l’Eccellenza, e dotare la società di uno dei migliori impianti sportivi d’Abruzzo.

La stagione 2008-2009 in Promozione scorre però tranquilla: sulla panchina siede ancora Guido Di Fabio e a fine stagione la squadra si piazzerà alla nono posto.

La svolta (e quindi l’inizio vero e proprio del progetto) si avrà nella stagione successiva. D’Angelo firma un accordo storico con l’amministrazione comunale dell’allora sindaco Abramo Di Salvatore e dà il via ai lavori di restyling del Comunale. Il manto erboso, che nei mesi invernali scompariva creando un terreno difficile su cui giocare a calcio, viene sostituito con uno in erba sintetica di nuova generazione. Vengono ristrutturati gli spogliatoi, la sede della società e la tribuna centrale.

Per la nuova stagione 2009-10, arriva sulla panchina mister Daniele Fanì e l’organico a sua disposizione cambia completamente volto: tra i pali c’è Pierfilippo Carfagna, a centrocampo arriva Andrea Scarpantoni, al quale verrà subito consegnata la fascia da capitano. Il peso dell’attacco sarà sulle spalle di un giovane e promettente Jacopo Capretta e di un calciatore esperto come Antonio Ventresini, che può vantare un passato importante tra i professionisti.

La marcia trionfale verso la storica promozione, sospinta anche dal “Fronte Tronto”, gruppo di ultras organizzato che inizia a seguire la squadra anche fuori casa, si conclude all’ultima giornata di campionato con la trasferta di Tagliacozzo. Agli adriatici basta un punto per raggiungere l’Eccellenza ed evitare il sorpasso in classifica dell’Hatria. La città si mobilità per questo importante appuntamento con la storia. Da Martinsicuro partono due pullman pieni di tifosi per assistere al match al Comunale di Tagliacozzo. Nonostante la spinta degli ultras, la partita per i biancazzurri si mette male e i locali vanno in vantaggio al 30′ del secondo tempo con Shero. Sugli spalti cala il gelo. Il Martinsicuro prova a reagire e 4 minuti dopo Nepa si guadagna un calcio da rigore. Sul dischetto si presenta Capretta che però si lascia respingere il tiro da Scafati. Il Martinsicuro continua a premere e non arretra di un centimetro e il pareggio arriva dopo un minuto. Slalom di Nepa che dal fondo mette a centro area. Capretta è il più lesto di tutti e in scivolata insacca il pareggio. Il risultato al 90esimo non cambierà e al triplice fischio la festa può esplodere.

Il Martinsicuro, dopo 45 anni di storia, approda alla massima serie regionale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 693 volte, 1 oggi)