TERAMO – Una maxi operazione, condotta dei carabinieri del Comando provinciale di Teramo, ha permesso di sgominare un sodalizio criminale che agiva nel Teramano. I militari, nella mattina di martedi 27 gennaio, hanno eseguito 13 ordinanze di custodia cautelare, di cui 10 in carcere. Droga, sfruttamento della prostituzione e rapine le attività principali della banda, composta da albanesi e italiani.

L’operazione, denominata “Huatai” da uno dei nomi in codice con cui gli spacciatori chiamavano lo stupefacente, è ancora in corso, come dichiarato dal sostituto procuratore Silvia Scamurra, e i militari stanno indagando su altre persone coinvolte nella vicenda. Il numero degli arresti è destinato quindi ad aumentare.

Il sodalizio criminale si riforniva di ingenti quantitativi di droga (in prevalenza cocaina e hashish) nelle principali piazze di spaccio italiane per poi dare il via ad un’intensa attività di spaccio al dettaglio sul territorio teramano, grazie ad una fitta rete di intermediari.

Il gruppo si era reso protagonista anche di una rapina aggravata ai danni di un’anziana signora, oltre ad un sistematico sfruttamento della prostituzione nei confronti di una giovane rumena.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.363 volte, 1 oggi)