1998-2008 l’ultimo decennio dell’era Tommolini

MARTINSICURO – Il Martinsicuro, sprofondato in Prima Categoria, deve riorganizzarsi per tentare una pronta risalita verso le categorie che contano. Il presidente Tommolini punta da subito sul mix esperienza-gioventù, riconfermando gran parte dei senatori e pescando giovani di prospettiva dalle juniores di Samb e Ascoli.

Sulla panchina arriva Raffaele Schicchi, ex calciatore di Ascoli e Parma, che andrà ad allungare la particolare tradizione degli allenatori biancazzurri con un passato tra i professionisti.

Tutti gli addetti ai lavori si aspettano un campionato di vertice da parte del Martinsicuro, ma la squadra stenta a carburare, alternando buone prestazioni con altre molto meno convincenti.

Il rapporto tra il presidentissimo Tommolini e mister Schicchi inizia a crinarsi e a gennaio arriva l’esonero.

A sostituirlo sulla panchina arriverà il grande Giovanni Manari, scomparso improvvisamente per un arresto cardiaco il 23 agosto 2014. Mister Manari riuscì a ridare entusiasmo all’ambiente e la squadra concluse il campionato a metà classifica.
La stagione successiva vede sulla panchina l’arrivo di Antonio Piccorossi, giovane allenatore emergente. La squadra si piazza al secondo posto, ma in assenza ancora dei playoff, non riesce a conquistare la Promozione, Arriva però il primo trofeo della storia, la Coppa Abruzzo. Gli adriatici battono nella finalissima la Robur Castiglione vincendo all’andata per 0-1 con gol di Ricchiuti e 1-0 al Comunale con gol di Cipollone.

Nella stagione 2000-01 i biancazzurri conquistano un dignitoso quarto posto, ma il piazzamento non è ancora sufficiente per riportare il Martinsicuro nella categoria superiore. Il tanto atteso ritorno in Promozione avverrà però due campionati dopo, precisamente nella stagione 2002-2003, quando vennero finalmente introdotti i playoff.

Sulla panchina siede mister Angelo Vagnozzi. I biancazzurri si piazzano al secondo posto e accedono agli spareggi promozione. Ma nella finalissima contro il Montevelino, terminata sul risultato di 1-1, il Martinsicuro perde ai rigori e il sogno promozione sembra ancora una volta sfumato. Solo per qualche giorno però. Infatti, la squadra verrà ripescata e nella stagione 2003-2004 sarà di nuovo in Promozione. Dopo alcune stagioni, concluse a metà classifica, nel campionato 2006-07 arriva Guido Di Fabio nella duplice veste di allenatore-giocatore. L’ex capitano della Fermana, con un passato nella Samb, Pescara, Parma e Castel di Sangro, riporta grande entusiasmo intorno alla squadra. Con lui a centrocampo fa l’esordio suo figlio, Vittorio, di 17 anni. Esordisce pure Jonathan Nepa, attuale capitano del Martinsicuro, anche lui giovanissimo (16 anni). La squadra, trascinata dai gol della premiata ditta Scarpantoni-Sciarroni (37 gol in due) conclude ai vertici il girone di andata per poi subire un vistoso calo nel girone di ritorno piazzandosi al dodicesimo posto alla fine del campionato.

Dopo due stagioni tranquille, finite entrambe al nono posto, il presidente Achille Tommolini lascia la squadra, dopo 28 anni di presidenza ininterrotta. Al suo posto arriva Vincenzo D’Angelo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 765 volte, 1 oggi)