SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sabato 24 gennaio, alla Palazzina Azzurra di San Benedetto del Tronto si terrà una tavola rotonda che inaugura la mostra “Connessioni urbane”.

L’esposizione è la tappa conclusiva di un ciclo di eventi articolato su più appuntamenti: il convegno interdisciplinare presso il Museo del Mare (2 maggio 2014) e il workshop fotografico svoltosi in due weekend intesivi tra lezioni frontali, uscite fotografiche e attività di laboratorio (maggio-luglio 2014).

Nato con l’intento di favorire il dialogo interdisciplinare sul tema delle relazioni e delle trasformazioni, “Connessioni urbane” ha coinvolto le professioni tecniche – tra cui architetti, ingegneri, geologi, agronomi – fotografi e sociologi nell’esperienza di analisi del territorio mediante l’obiettivo fotografico.

Le aree su cui si è svolta l’indagine fotografica sono state individuate in collaborazione con l’amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto in quanto zone di prossima trasformazione, ove gli scatti assumono un valore documentale: la Riserva Naturale Sentina, il Quartiere Marina di Sotto – San Pio X e le due zone dei Cantieri del Porto e dello stadio Ballarin. La fotografia diviene così lo strumento per una riflessione metodologica utile ai tecnici, ai professionisti chiamati a programmare, pianificare e progettare la città e quanto nasce e si modifica al suo interno.

Il coordinamento del progetto è svolto dall’architetto Elisabetta Schiavone, referente di ROOM012, il network che promuove la condivisione di esperienze e saperi su architettura e paesaggio, favorendo l’incontro e la collaborazione tra professionisti e operatori del settore. Il workshop e la mostra fotografica sono stati diretti e curati da Daniele Cinciripini, fotografo freelance e fotoeditor per “PrimaPersona”, la rivista dell’Archivio Nazionale dei Diari di Pieve Santo Stefano, docente di fotografia presso l’Università di Teramo. La condivisione della vita del progetto sui social network è stata curata da Serena Marchionni, storica dell’arte e assistente di Daniele Cinciripini. Alla tavola rotonda interverranno l’architetto Chiara Camaioni e il professor Gabriele Di Francesco, sociologo.

La mostra ad ingresso libero, realizzata con il sostegno e il patrocinio del Comune di San Benedetto del Tronto, il patrocinio dell’Ordine dei Geologi delle Marche, dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Ascoli Piceno, dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Ascoli Piceno, della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche e il contributo della ditta Eco Services di Castel di Lama, sarà visitabile fino al 4 febbraio nei seguenti orari: 10 -13 e 16 – 19 (lunedì chiuso).

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 358 volte, 1 oggi)