SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Durante le festività natalizie e negli ultimi giorni del 2014 gli uomini della Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto e appartenenti all’Ufficio Circondariale Marittimo di Porto San Giorgio e Cupra Marittima hanno compiuto l’operazione “Labirinth”. Il coordinamento è stato effettuato dalla Direzione Marittima delle Marche di Ancona.

Gli uomini della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto hanno rilevato sei violazioni inerenti alla mancata registrazione dei dati sulle catture dei prodotti ittici. Sono stati sequestrati più di 110 chili di vongole e sono state eseguite multe per un ammontare pari a 11500 euro.

Invece a Porto San Giorgio sono stati compilati 21 verbali amministrativi per un totale di circa 34500 euro per violazioni riguardanti la rintracciabilità e la tracciabilità dei prodotti della pesca e l’inosservanza degli obblighi concernenti il trasporto e alla conservazione. Sequestrati, inoltre 423 chili di prodotto ittico e segnalati all’Autorità Giudiziaria varie persone per tentata frode nell’esercizio del commercio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.532 volte, 1 oggi)