SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Comune ripulisce il centro dalle scritte dei writers. E’ partito lunedì mattina l’intervento della Multiservizi, con l’obiettivo di eliminare gli imbrattamenti dalle mura esterne delle abitazioni.

Il primo step si è svolto in Via Paolini, a pochi passi da Viale Secondo Moretti. “Si tratta di lavori richiesti da privati”, precisa Fabrizio Pignotti della Multiservizi. “Sono completamente gratuiti, in quanto pagati dall’ente. L’iniziativa è attiva da tempo, ma sinceramente ci aspettavamo più segnalazioni. Probabilmente la gente è scoraggiata”.

La pulizia è realizzata con un’apposita apparecchiatura in grado di rimuovere i segni lasciati dalla vernice su diversi tipi di superfici. Si tratta di un sistema di smacchiatura a doppia funzione (idrolavaggio con carbonati e altri minerali e eco-sabbiatura a secco) concepito per rispondere a tutte le esigenze di pulitura selettiva di vetrate, profili in alluminio anodizzato e marmi lucidi non porosi, strutture in acciaio inox o alluminio, ma anche paramenti lapidei, strutture ed elementi architettonici in pietra, marmo e laterizi particolarmente delicati. Il macchinario non può tuttavia essere applicato sugli intonaci, in quanto c’è il rischio di graffiare o scolorire la superficie.

La Multiservizi informa inoltre che verranno eliminati i graffiti dal pontino di Viale Moretti e, in futuro, dalle mura dell’edificio di Piazza Nardone che ospita la Asl.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 404 volte, 1 oggi)