GROTTAMMARE – I Vigili del Fuoco hanno evitato una vera e propria strage. Il suicidio di Filippo Capocasa poteva avere conseguenze ancora più gravi.

A commentare il triste accaduto sono gli stessi pompieri. “Alle 12.30 circa la squadra dei Vigili del Fuoco del distaccamento di San Benedetto del Tronto è intervenuta in via Valtesino a Grottammare per la segnalazione di una fuga di gas metano. Giunti sul posto, il Capo Squadra costatava una situazione di estremo pericolo in quanto Filippo Capocasa, residente al secondo piano della palazzina interessata, aveva collocato all’interno del suo appartamento cinque bombole piene di Gpl con la chiara volontà di farle esplodere. Oltre alle bombole aveva, infatti, aperto il rubinetto del gas metano e predisposto un potenziale innesco con delle bottiglie di plastica riempite di benzina. La squadra entrava dal lato sud dell’appartamento sfondando una finestra e dopo aver chiuso tutti i rubinetti e interrotto l’erogazione della corrente elettrica, metteva in sicurezza l’area”.

Durante le operazioni è stata fatta evacuare una famiglia residente al piano primo ed è stata fatta chiudere la strada Provinciale Valtesino. Filippo Capocasa è stato ritrovato deceduto all’interno del suo garage.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.606 volte, 1 oggi)