SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Prefetto vuole approfondire la questione dell’incompatibilità di Giovanni Gaspari. Graziella Patrizi ha inviato una lettera al Comune di San Benedetto per l’ottenimento del materiale inerente la sentenza della Corte dei Conti che ha condannato il primo cittadino rivierasco.

Ad inizio anno, Forza Italia aveva scritto alla Patrizi per avere informazioni sul tempo a disposizione del sindaco per il pagamento di 119 mila euro. “Il prefetto – recitava la missiva – verifichi se il procedimento successivo alla pubblicazione della sentenza sia risultato trasparente, stante come appaia anomala, ad esempio, l’ampia differenza dei tempi di notifica dell’atto giudiziario, in data 19 novembre nei confronti di Giovanni Gaspari soccombente, mentre il 12 dicembre al Giovanni Gaspari, quale legale rappresentante del Comune, parte danneggiata ed avente diritto al risarcimento. Si verifichi altresì se la notifica della sentenza al Giovanni Gaspari non possa già condurre alla conoscenza formale dell’atto anche dal punto di vista della morosità rispetto al Comune”.

Il centrodestra chiedeva pertanto se i dieci giorni per effettuare il pagamento partissero da quando la condanna era stata notificata all’avvocato di Gaspari o da quando era arrivata in Municipio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 476 volte, 1 oggi)