CAFAGNA 6: una domenica sostanzialmente tranquilla, nella quale si sporca i quanti soltanto per le rimesse dal fondo. Non può nulla sul gol subito nel finale.

VITI 6: gara senza troppi patemi, come nelle ultime prestazioni è più attento a difendere che appoggiare il gioco a centrocampo, ma nella nuova Samb di Paolucci i quattro difensori presidiano stabilmente la linea arretrata.

VALLORANI 6: solita prestazione pulita e senza pecche, che è ideale per un difensore.

PAULIS 6: conferma le doti espresse nelle precedenti due gare. Grande precisione e ordine nella distribuzione del gioco. Per il ruolo che ricopre, potendo in prospettiva ambire a giocare durevolmente tra i professionisti, dovrà cercare di aumentare la componente di interdizione,

BORGHETTI 6: peccato per il gol subito – nell’unico tiro in porta effettivamente concesso agli avversari. Il piccolo arrembaggio finale degli ospiti crea qualche patema di troppo, segno di una piena sicurezza non ancora raggiunta nel reparto difensivo.

PEPE 6: dopo un girone di andata tribolato per via della difficoltà di schierare la coppia difensiva titolare, l’affiatamento sembra stia aumentando. Si fa notare per alcuni recuperi interessanti.

ALESSANDRO 7: con freddezza realizza il gol del vantaggio e dopo pochi minuti è il fulcro dell’azione che termina con un suo cross per il gol di Carteri. Dopo l’uscita di Tozzi Borsoi si sposta nel ruolo di centravanti ma il suo apporto ne risente notevolmente.

CARTERI 7: nel ruolo di mezzala si sta manifestando come un incursore pericoloso nelle aree di rigore avversarie. Segna un gol, ne sfiora altri. Dinamismo puro, sembra essere ovunque.

TOZZI BORSOI 6: esce al trentesimo per un problema muscolare che si spera sia di poco conto. Sia per le sue capacità che per l’importanza che ha in rosa è giocatore insostituibile. La sua assenza costringe Paolucci a provare nuove soluzioni.

NAPOLANO 7: dopo un primo tempo al piccolo trotto, nella ripresa torna il “Re Mida” che conosciamo bene. La fascia sinistra diventa di sua proprietà e tempesta l’area di rigore di cross e tiri. Eccezionale il lancio per il gol di D’Angelo. Portatore di palla eccezionale, crediamo non possa farsene mai a meno, neppure quando si è in vantaggio (ricordare Castelfidardo). Si procura e realizza il rigore: nono centro stagionale.

BALDININI 6: dà il suo solito apporto in termini di chilometri percorsi, condito dall’assist per Napolano che vale il rigore.

D’ANGELO 6,5: entra al posto di Tozzi Borsoi e si sistema sull’esterno destro. Prestazione impreziosita da un superbo gol di pallonetto, su una imbeccata perfetta di Napolano.

PADOVANI 6: schierato anche lui come centravanti, l’esperimento non sembra molto fruttuoso, perché, come Alessandro, si tratta di un giocatore che dà il meglio di sè schierato sulla fascia.

PAOLUCCI 7: gara certamente facile, dove la differenza tecnica e fisica tra le due compagini è apparsa subito netta e decisiva. L’allenatore ha avuto il merito di costruire una Samb più umile e meno arrembante, aiutato certamente da un calciomercato invernale più razionale rispetto ad alcune decisioni estive. Bisognerà giungere al doppio confronto diretto con Civitanovese e Fano in modo da rilanciare la Samb come principale inseguitrice della Maceratese. L’unico punto dolente è l’infortunio di Tozzi Borsoi e l’assenza (sulla carta) di un sostituto all’altezza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 948 volte, 1 oggi)