SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ancora una vittima del mare colpisce la marineria sambenedettese. Nella mattina del 22 dicembre un marittimo di 66 anni è annegato, cadendo in mare dalla sua imbarcazione, a 7 miglia al largo di Martinsicuro. La salma è stata portata all’ospedale di Giulianova.

Alle 10 la Capitaneria di Porto di San Benedetto ha ricevuto una chiamata per un soccorso da parte dell’equipaggio del motopesca Libeccio di San Benedetto, a causa di una caduta in mare del marittimo. Una motovedetta della Capitaneria avviava i lavori di ricerca del corpo, coordinata dalla Capitaneria di Giulianova perché il fatto è avvenuto davanti a Martinsicuro.

Il corpo, rinvenuto, è stato portato all’ospedale di Giulianova dove sono in corso gli accertamenti, su disposizione della Procura di Teramo. Pare che si tratti di Nicola Pignati ma la Capitaneria di Porto, tramite il Comandante in II Giuseppe Marzano, non ha ancora dato l’ufficialità dell’identità del marittimo perchè il riconoscimento è ancora in corso.

AGGIORNAMENTO

La Capitaneria di Porto ha dato l’ufficialità. Il marittimo deceduto è Nicola Pignati, 69enne pensionato. Sono in corso le indagini per la ricostruzione esatta della tragica caduta.

Il primo cittadino Giovanni Gaspari ha twittato, riferendosi alla tragedia, “Mare ingordo e assurdo”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 5.990 volte, 1 oggi)