CAFAGNA 6,5 Esordio al posto di Fulop. Partita che si mette subito bene ma ha modo di farsi notare nelle uscite e in un paio di interventi su conclusioni avversarie. Bravo in una uscita sui piedi di Marolda nei minuti finali.
VITI 6 Nessuna sbavatura nel giorno del suo rientro da titolare.
VALLORANI 6,5 Torna a sinistra e oltre a svolgere egregiamente il compito difensivo, appoggia con ordine l’azione del centrocampo.
PAULIS 6,5 Sistemato come mediano basso, all’esordio dimostra di possedere buoni numeri come geometrie di gioco. Bisognerà capire se le due doti da interditore saranno consoni al delicato ruolo, perché in quella zona del campo occorre il massimo del filtro.
BORGHETTI 6,5 Marolda non è un attaccante sprovveduto, ma il “ringhio” rossoblu cuce bene il reparto difensivo e fa crescere il rimpianto per l’infortunio che lo ha tenuto in panchina a Macerata.
PEPE 6 In difesa non si sono corsi pericoli e anche se il suo è stato un contributo importante, non sempre è apparso reattivo come certe situazioni imponevano. Deve recuperare la massima fiducia in se stesso.
ALESSANDRO 7,5 Ottimo lo spunto con il quale, dopo un doppio dribbling, serve un assist a Carteri che chiede soltanto di essere depositato in porta. Avvio spumeggiante, ha buone idee a ripetizione, finché non è premiato con il primo gol in rossoblu. Non è ancora al massimo della forma e il suo rendimento è con minutaggio limitato. Suo anche lo zampino nel gol di Tozzi Borsoi. Esce tra gli applausi.
CARTERI 7 La partenza di Borgese faceva pensare che potesse tornare a giocare da mediano basso, invece Paolucci lo ripropone come mezz’ala. E lui, dopo un minuto appena, torna ancora a segnare (quarto gol in campionato). Si sta trasformando in un attaccante aggiunto, almeno in quanto marcature. Il suo rendimento ad ogni modo è eccellente anche in questa occasione.
TOZZI BORSOI 6,5 Un altro gol, la solita partita gagliarda a prenderle (e darle) e creare spazi per la manovra della Samb. Ha realizzato sei gol in nove partite.
NAPOLANO 7 Realizza un gol con classe cristallina, dopo di che fa il gesto di portare le mani alle orecchie, come a voler scacciare il silenzio della curva nel primo tempo e le polemiche seguite al suo incredibile errore a Macerata. Non aveva intenzioni di sfida, e infatti si scusa subito, ed è subito perdonato.
BALDININI 7 Implacabile stantuffo sulla corsia destra, nel ruolo a lui più adatto. Sfiora il gol, che avrebbe meritato, cogliendo il palo.

DALLA PANCHINA
Botticini s.v. Torna in campo dopo il lungo infortunio, è una buona notizia perché in avvio di campionato aveva mostrato di possedere ottime qualità.
D’Angelo s.v. entra bene e sfiora la rete con una conclusione di destro.
Padovani s.v. pochi minuti per lui.

PAOLUCCI 7: finalmente abbiamo visto in campo una formazione coerente, complice anche il rientro di tanti giocatori e la partenza di altri che creavano “confusione” in mezzo al campo. I due under terzini, un under a centrocampo, è l’assetto quasi obbligato con il 4-3-3 e l’obbligo di quattro giovani in campo. La squadra vista oggi in campo è quella sulla carta “titolare”. I sostituti ora sono bene assemblati (un difensore over, Fedi, e poi Menicozzi, D’Angelo e Padovani). L’unico nostro dubbio riguarda l’assenza di alternative a Tozzi Borsoi, considerando la partenza di Di Paola. Ci sembra una scelta eccessivamente coraggiosa un centravanti di riserva potrebbe servire in caso di squalifica dell’attaccante romano ma anche per tentare, a gara in corso e con necessità di segnare, la doppia punta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.358 volte, 1 oggi)