SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Durante la cena natalizia dell’associazione degli albergatori “Riviera delle Palme” è stato mostrato un video veramente toccante su un progetto in Kenia iniziato da tre giovani sambenedettesi (Vittoria Quondamatteo, Rita Bruni, Antonella Cameli) e da noi evidenziato qualche mese fa.

Mi ha fatto piacere sapere da Luigi (il papà di Vittoria) che alcuni sambenedettesi, in seguito a quel nostro servizio nel quale citavamo l’iban (IT 50 H 03002 03033 000029492644 intestato a AINA-onlus Causale “Bimbi del Meriggio” Unicredit Perugia Fontivegge.”) dell’associazione, hanno versato somme di denaro a favore dell’Aina Onlus (Associazione Italiana Nomadi dell’Amore). Alla fine della cena che si è tenuta presso il ristorante “Pane e vino” sono stati raccolti oltre 700 euro a favore dell’Aina.

Con le foto ma principalmente con il video siamo convinti che la sensibilità aumenterà e mi auguro anche il numero dei benefattori.

All’uopo riproponiamo il link dell’intervista che facemmo l’estate scorsa a Vittoria Quondamatteo, la quale ha proseguito da sola il duro cammino iniziato con altre due sambenedettesi. Le altre due ragazze sono ora impegnate in percorsi diversi ma continuano fattivamente ad aiutare Vittoria e a promuovere un’iniziativa che ha un grande bisogno di aiuti come potete constatare dal video.

Ecco alcuni nomi: Ada Zucchi, Silvia Di Iacovo, Sonia Marcozzi, Mario Passamonti, Giovanni Marucci (attualmente consigliere del M5 Stelle in Comune) tutti i sambenedettesi, Francesco Capitani di Loreto e Emanuela Cifarelli di Roma. Un contributo importante, oltre al papà Luigi, lo stanno dando Giovanna Quondamatteo e Umberta Nicoletti, rispettivamente sorella e mamma di Vittoria.

Vittoria alcuni anni fa è stata eletta “Donna dell’anno” a Roma e premiata anche a San Benedetto.

All’Aina i nostri auguri per le feste natalizie ed in particolare a tutti gli altri volontari italiani e del posto che fattivamente e fisicamente aiutano nel villaggio i bambini malati di Aids.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 878 volte, 1 oggi)