SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Trentanove aule per trentanove classi. Il preside dell’Alberghiero Alfonso Sgattoni torna a parlare del sovraffollamento dell’istituto, lanciando un appello in vista del prossimo anno scolastico.

Un mese fa, Sgattoni ha incontrato il neo presidente della Provincia Paolo D’Erasmo, dal momento che è proprio Palazzo San Filippo a detenere la supervisione delle scuole superiori. Nel 2014-2015 i nuovi iscritti sono stati circa 250 sugli oltre 900 studenti complessivi.

La situazione più delicata si riscontra nel biennio, con addirittura dieci sezioni (si arriva fino alla lettera L), per poi calare a partire dal terzo anno.

Siamo una realtà in espansione”, dice Sgattoni. “L’Agrario e l’Alberghiero sono tornati in cima alle preferenze. Ci stiamo riappropriando della tradizione: campagna e pesca. Offriamo una prospettiva di lavoro, non solo sul territorio marchigiano. Le potenzialità sono molteplici, le famiglie spingono i figli a iscriversi”.

Per questo motivo l’allargamento non è più rinviabile: “Abbiamo bisogno di spazi, per quest’anno può andare, ce la caviamo. Ma a settembre occorrerà trovare delle soluzioni”.

Dieci mesi fa il sindaco annunciò di aver chiesto all’agenzia del Demanio di acquisire un immobile non troppo distante dalla sede dell’Alberghiero, attualmente occupato dallo Ial. Finora in Municipio non sono giunte risposte.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 732 volte, 1 oggi)