SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Episodi di vandalismo sul lungomare di San Benedetto. Nell’ultimo fine settimana il Lido dell’Esercito è stato preso di mira dai writers, che hanno lasciato il segno sulle mura esterne della concessione numero 20.

“No a guerre tra poveri nei quartieri. Sbirri e fascisti unici stranieri”, si leggeva domenica mattina sul lato destro della struttura, a pochi metri dall’altro messaggio trascritto pochi giorni prima: “No Tav, liberi tutti”.

Nel primo caso, tutto lascia supporre che la protesta sia collegata alla recente vicenda dei tre rom accusati in un primo momento del tentato rapimento di una bambina in Piazza Nardone. Lunedì mattina la facciata dello stabilimento è stata comunque ripulita dagli stessi militari.

Restando sul litorale, hanno subito l’attacco delle bombolette spray anche la sede dell’Assoalbergatori e lo chalet Sud-Est.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.474 volte, 1 oggi)