SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo l’importante vittoria ottenuta contro il Matelica la Samb indossa l’elmetto e prova a fare il bis con la Maceratese. Un arduo compito per i rossoblu che, in un periodo sicuramente poco sereno, dovranno vedersela con la capolista di questo girone.

Trentadue punti, 9 vittorie, 5 pareggi e zero sconfitte: i numeri dei biancorossi parlano chiaro ma non bastano ad intimorire mister  Paolucci. Il tecnico infatti, a seguito dell’ultima rifinitura, sorride e si esprime con assoluto garbo e tranquillità: “Qualunque risultato conseguito non sarà quello decisivo – ha dichiarato – Noi giocheremo per vincere domani e sempre anche perché abbiamo grandi qualità per farlo. Queste sono gare fondamentali attraverso le quali è possibile incrementare autostima e consapevolezza dei propri mezzi. Alla squadra è mancato a tratti equilibrio e questo lo si può ottenere solo ed esclusivamente se si fanno punti. Per fare risultato è necessario correre molto più degli altri mettendo a frutto tutto quello per il quale abbiamo lavorato nel corso di questa settimana”.

In merito all’avversario l’allenatore della Samb ha un quadro piuttosto limpido: “Domenica scorsa sono andato a Recanati per osservare dal vivo la Maceratese – ha spiegato  – Aldilà della sua momentanea imbattibilità ho visto un gruppo brillante,  sereno, consapevole della propria forza e che cerca il risultato fino alla fine. Contro di noi dovranno fare a meno di Croce ma questo aspetto non mi solleva più di tanto visto che sono molto ben organizzati sotto ogni punto di vista. Devo riconoscere al tecnico Magi che ha fatto proprio un bel lavoro”.

Ed a proposito di lavoro mister Paolucci non può che aspettarsi dai propri ragazzi la messa a punto di quanto svolto fino ad ora: “Da questa partita non mi aspetto picchi notevoli ma vorrei che i concetti da me spiegati sin dall’inizio vengano messi in atto nella maniera migliore – ha proseguito – Voglio una Samb vincente che scende in campo facendo ciò che deve al cospetto dei tanti tifosi che verranno a darci una mano. Per noi il pubblico sarà determinante”.

Tutti convocati nelle file rossoblu ad eccezione di Botticini, Ubaldi, Di Paola (in quanto squalificato) e Bitancourt. Borghetti, non in perfetta forma, verrà valutato domani mattina mentre non sarà da escludere totalmente la presenza di Alessandro: “Non è fermo da tempo e potrei utilizzarlo. Per noi è un giocatore fondamentale e lo conosco benissimo – ha commentato il tecnico – Questo mercato è stato fatto in modo da far arrivare in questa rosa giocatori con caratteristiche che non avevamo. Ogni scelta è stata adottata per migliorare. Sono contento, ad esempio, dell’arrivo di Menicozzo che, nonostante non abbia ancora i 90 minuti sulle gambe, è un elemento che ha quantità e aggressività giusta”

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.349 volte, 1 oggi)