SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La vicenda del presunto tentativo di rapimento di una bimba da parte di tre Rom e l’aggressione ai danni di un bengalese sono stati i temi centrali affrontati, negli ultimi giorni, dalla città.

La Polizia è ormai prossima a individuare i tre Rom protagonisti della vicenda accaduta nel pomeriggio del 7 dicembre. È stato identificato ufficialmente l’uomo che si era avvicinato alla bambina con un pallone mentre per l’altro uomo e la donna manca l’ufficialità ma fonti investigative assicurano che la loro identificazione è ormai imminente.

I tre, in base alle testimonianze raccolte e dalle immagini riprese da qualche telecamera di videosorveglianza, non hanno tentato di rapire la bambina. L’uomo con il pallone avrebbe solo appoggiato una mano sulla schiena della bimba mentre gli altri due conversavano con la zia. Probabilmente un’elemosina invadente è stata scambiata dalla zia, intimorita, da qualcosa di peggio. Gli inquirenti escludono quindi la teoria del rapimento.

I tre rom, al momento, risultano incensurati e protagonisti soltanto di accattonaggio. Nessuna ipotesi di reato è stata emessa nei loro confronti. L’informativa è stata trasmessa in Procura.

Riguardo alla vicenda dell’aggressione ai danni di un bengalese, accaduta sempre nel pomeriggio del 7 dicembre, i carabinieri stanno ancora compiendo i vari accertamenti per individuare i responsabili e il movente. Nessuna ipotesi viene esclusa dagli inquirenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.926 volte, 1 oggi)