MARTINSICURO – È l’ironico ed irriverente Clandestini di Gianni Clementi a chiudere i 5 mesi di spettacoli della rassegna Emergenze Mediterranee, organizzata dalla Sezione italiana dell’Istituto Internazionale del Teatro del Mediterraneo con la direzione artistica di Leandro Di Donato. Uno spettacolo che ribalta i pregiudizi con cui spesso affrontiamo il tema dell’immigrazione raccontando l’esodo da un’Italia in crisi di quattro giovani in cerca di nuove speranze in terra d’Africa.

La rappresentazione teatrale andrà in scena lunedì 8 dicembre a Villa Rosa di Martinsicuro, alle ore 21 nella Sala Buon Pastore. La serata è preceduta alle ore 18 da un incontro con le associazioni di immigrati del territorio promosso dall’amministrazione comunale. L’ingresso è libero.

In Clandestini l’autore Gianni Clementi, riconosciuto come uno dei migliori interpreti della drammaturgia italiana contemporanea, ritrae con una tagliente comicità un mondo alla rovescia nel quale gli equilibri economici mondiali sono cambiati ed è il mondo occidentale nel 2031 a sbarcare clandestinamente sulle coste dell’Africa per cercar quella fortuna ormai sperperata in patria. Protagonisti quattro giovani italiani senza lavoro interpretati da Marco Cavallaro, Alessandro Salvatori, Andrea Perrozzi e Antonia Renzella con la regia di Vanessa Gasbarri.

Lo spettacolo chiude la quarta edizione di Emergenze Mediterranee, la rassegna sui talenti e i temi “emergenti” dell’area mediterranea organizzata dalla Sezione italiana dell’Istituto Internazionale del Teatro del Mediterraneo con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, la Regione Abruzzo, la Provincia di Teramo e l’Università degli Studi di Teramo e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Teramo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 242 volte, 1 oggi)