SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “L’idea della colletta? Va in un’ottica di trasparenza”. Luca Spadoni difende la scelta del sindaco di Montedinove Antonio Del Duca di dare vita al Comitato ‘A sostegno di Gaspari’ per aiutare il primo cittadino sambenedettese a coprire le spese per la condanna in Appello della Corte dei Conti.

La cifra da sborsare, come scritto più volte, è di 119 mila euro. “Gaspari prende 2.200 euro al mese – dice l’assessore – avreste preteso delle spiegazioni sulla raccolta di quella somma. Ormai le dichiarazioni dei redditi sono pubbliche, avreste chiesto la provenienza dei soldi. Così si saprà chi e quanto ha versato. Anziché dirlo dopo lo si fa prima. Poi è chiaro, il tutto parte dall’assunzione di responsabilità collettiva da parte della maggioranza”.

La vicenda ha scatenato polemiche e l’immancabile ironia. Nonostante ciò, Spadoni allontana le strumentalizzazioni: “Sarebbe stato peggio il contrario, ossia se avesse dovuto giustificare tutto successivamente. In questo modo tutto è limpido e chiaro, alla luce del sole”.

C’è inoltre il discorso dell’assicurazione, da valutare attentamente. “Esiste un contenzioso – conclude Spadoni – accade con piccoli sinistri, figuriamoci in un caso così particolare. E’ normale. Inoltre, anche qualora pagasse, i tempi dell’assicurazione potrebbero non essere gli stessi di quelli richiesti dalla Corte dei Conti”.

Tra i consiglieri comunali, chi ha già deciso di voler versare il proprio contributo è Giulietta Capriotti: “Non rivelo la cifra, ma è giusto farlo. Le decisioni vennero prese dall’intera maggioranza di allora, non deve ricadere tutto solo sul sindaco”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 934 volte, 1 oggi)