SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A gennaio avvio dei lavori per la messa a norma dello Stadio Riviera delle Palme. Presto, “molto presto”, la realizzazione del progetto “Cittadella dello Sport” in area Brancadoro. E il prossimo 18 dicembre, in Consiglio Comunale, primi passi per il bando di gara che affiderà la gestione dell’impianto calcistico sambenedettese.

Queste, in sintesi, le notizie scaturite dalla conferenza stampa alla quale hanno partecipato il sindaco di San Benedetto Giovanni Gaspari e i due presidenti della Samb Calcio Gianni Moneti e Manolo Bucci, assieme all’avvocato Roberto Ascani e al presidente dell’associazione Noi Samb Guido Barra.

“Ho chiesto io questo incontro con la stampa – esordisce Gaspari – perché siamo di fronte ad un momento importante, nel quale lo stadio, dopo anni di difficoltà, torna ad essere adatto al palcoscenico che merita. In più c’è questo progetto portato avanti dalla società, dopo l’accordo con i proprietari dell’area Brancadoro, per il quale in rappresentanza dell’amministrazione comunale mi impegno affinché vi sia una risposta, dal momento della presentazione, entro 90 giorni. Ad ogni modo il prossimo 18 dicembre, in Consiglio Comunale, vorremmo iniziare a valutare tutti gli atti propedeutici per riavviare la convenzione che, come sapete, prevedeva l’affidamento per 20 anni alla società precedente. Il 18 dicembre vedremo chi ci tiene veramente alla Samb”.

Il presidente Moneti spiega che “sulla questione dello stadio, fin dall’inizio della mia presidenza, abbiamo partecipato come acceleratore, mettendo in contatto le diverse parti. I lavori (si stima di circa 150 mila euro, ndr) saranno pagati dalla Decasol, e dovrebbero partire a gennaio”. Dopo la messa a norma definitiva l’impianto arriverà ad una capienza di circa 15 mila spettatori. Diverse la questione per la Cittadella dello Sport: “L’accordo tra privati c’è, ora presenteremo un progetto al comune sperando che la burocrazia non ci ostacoli. Per evitarlo, prima ancora del 18 dicembre, incontreremo i tecnici comunali per verificare preventivamente le valutazioni sul progetto ed eventuali migliorie da apportare. Sindaco, mi raccomando: fate presto” è l’esortazione di Moneti, il quale ringrazia l’avvocato Ascani per la sua consulenza “rapidissima ed efficiente” per la risoluzione della controversia sullo stadio, “tra l’altro tutto a titolo gratuito”.

“Ci tengo a precisare che da questi progetti il sottoscritto e Manolo Bucci non traggono alcun guadagno – aggiunge Moneti – Anzi, si tratta di tempo e denaro speso. Vogliamo realizzare una cosa che sia a beneficio della Samb, in modo da avere un settore giovanile all’altezza e strutture degne di questa società. In particolare nell’area si prevedono quattro campi di allenamento di cui due in sintetico e un campo da calciotto, una tribuna, una foresteria da 60 posti per i nostri giovani e i calciatori. Altra cosa da sottolineare è che faremo il passo a seconda della gamba, non faremo investimenti senza disponibilità di risorse”. Le opere realizzate, ad ogni modo, resteranno di proprietà del Comune di San Benedetto per poi essere affidati in gestione ai privati.

Qui Moneti spiega come “accederemo ai fondi del Credito Sportivo, riguardo eventuali contributi del Comune ricordo anche che c’è una disposizione del Comune di San Benedetto in base alla quale, per le strutture sportive, il Comune partecipa per il 50% delle spese necessarie. Se vengono date al rugby, evidentemente sarà anche il caso della Samb” (il sindaco Gaspari però era assente al momento di questa dichiarazione, ndr).

Da parte sua il presidente Bucci dice: “Gran parte del lavoro è stato portato avanti da Moneti, io mi sono aggiunto negli ultimi quattro mesi. Se tutto andrà come programmato, sarà una svolta importante per la Samb e per la città”.

Soddisfazione espressa da Guido Barra, presidente di Noi Samb: “La questione dei costi di gestione dello stadio ha creato problemi a tutte le ultime società, la speranza è che da costo lo stadio diventi risorsa”. Moneti, a tal proposito, ha chiesto ai tifosi di essere presenti durante il consiglio comunale del 18 dicembre.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.847 volte, 1 oggi)