GROTTAMMARE – Sabato 29 novembre alle ore 18,00 si terrà l’inaugurazione dell’esposizione permanente Il Fondo Roberto Traini presso la Biblioteca comunale Mario Rivosecchi.

La collezione, composta da 48 testi datati tra il 1850 e il 1978, è incentrata sulla storia di Grottammare e su alcuni dei suoi personaggi più illustri, tra cui l’opera omnia di Mario Rivosecchi, esposta all’ingresso della Biblioteca che porta il suo nome. Ma non solo: ci sono libri anche di Giuseppe Speranza, Alceo Speranza, Bernardino Mascaretti, il manoscritto a firma del Sindaco Fenili del 1881 e molti altri opuscoli. Tra questi vi sono quelli realizzati con carta fatta a mano.

Il merito di questa grande donazione va a Gianluca Traini, un cittadino grottammarese che di professione fa il tabaccaio e che è animato da una grande passione per i libri. Ha impiegato un anno intero a ricercare e a raccogliere testi antichi sulla memoria di Grottammare grazie ad antiquari e anche a internet. Infine l’idea di donare l’intera collezione alla Biblioteca comunale perché, come ha spiegato Traini, ci sono oggetti talmente preziosi che non possono non essere patrimonio di tutti.
Gianluca ha voluto dedicare la collezione a suo fratello Roberto, tristemente scomparso nel 2001, che gli ha trasmesso la passione per i libri.

Le parole del Sindaco Enrico Piergallini: “Questa donazione supera il valore culturale per arrivare a quello etico e morale. Di questi tempi è raro sentire che c’è ancora qualcuno che acquista e dona un patrimonio così straordinario per amore della città e del fratello. Il Fondo Roberto Traini rappresenta il cuore di Grottammare e la radice della Biblioteca in quanto raccoglie sia le opere storiche della città sia l’intera opera di Rivosecchi, a cui è dedicata la Biblioteca”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 399 volte, 1 oggi)