SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tante buone notizie per la Samb, sul fronte “patrimoniale”. Il presidente Gianni Moneti quest’oggi ha firmato l’accordo con i proprietari dell’area Brancadoro per la cessione degli spazi necessari alla realizzazione della “Cittadella dello Sport”: “Tra noi e i proprietari del terreno l’accordo c’è, adesso presentiamo il progetto al Comune in attesa dell’approvazione”.

Intanto nella giornata di ieri, martedì 25 novembre, un altro importante tassello per ricondurre alla “normalità” la questione dello stadio Riviera delle Palme sembrerebbe essere stato sistemato. Infatti, a seguito di una transazione tra la Decasol, società che è una diramazione della Troiani&Ciarrocchi, e le aziende che devono completare i lavori di messa a norma dello stadio (hanno ricevuto circa 2,2 milioni di euro sul totale dei 3 necessari), le imprese hanno desistito dal procedere le istanze di fallimento nei confronti della Rdp, società titolare dei lavori e delle concessioni fotovoltaiche che hanno consentito di avviare i lavori di copertura e messa a norma dell’impianto.

A seguito di questo accordo nel mese di gennaio dovrebbero avviarsi i lavori ultimativi, dopo i quali la capienza del Riviera delle Palme potrebbe fissarsi a quasi 15 mila spettatori, con possibilità quindi di ospitare importanti amichevoli ed eventi sportivi oltre che spettacoli di richiamo.

“Una ulteriore notizia positiva – conclude Moneti – è quella che abbiamo impiantato il gruppo elettrogeno, cosa non da poco perché è obbligatorio per quelle squadre che militano in Lega Pro”. Facendo i debiti scongiuri, si spera che sia di buon auspicio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.263 volte, 1 oggi)