SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Sappiamo come muoverci, non improvvisiamo sulla base di un risultato, bello o brutto che sia. Per l’imminente riapertura del mercato da tempo abbiamo individuato come priorità l’arrivo di giovani under nel reparto di centrocampo. Se inoltre dovesse emergere la necessità di ulteriori e qualificanti rinforzi, noi abbiamo la massima fiducia nel direttore sportivo Alvaro Arcipreti, che ha carta bianca”: Manolo Bucci, a distanza di due giorni dalla sfortunata sconfitta casalinga contro il Campobasso, manifesta idee chiare circa il futuro prossimo della Samb.

“Io e Moneti siamo d’accordo su come comportarci – continua il presidente della Samb – La riapertura del mercato ci vedrà attivi in uscita per quei calciatori che hanno avuto meno spazio perché chiusi da compagni che giocano nel loro stesso ruolo, e che quindi meritano di giocare e non di restare in panchina o in tribuna. Allora abbiamo previsto che a centrocampo arrivino degli under che possano affiancare Franco, non per demerito del ragazzo ma per coprire anche quel ruolo nel caso Franco sia indisponibile, è una lacuna della rosa. Se poi dovesse maturare l’esigenza di rinforzare la squadra con nuovi arrivi, noi ci fidiamo di Arcipreti. Per lui carta bianca”.

Rispetto al risultato di domenica scorsa l’analisi di Bucci è la seguente: “Meritavamo di vincere, e il pareggio forse sarebbe stato il risultato giusto, e invece abbiamo perso. Purtroppo per tre errori difensivi: sul primo la squadra non era messa bene, sul secondo si tratta di un errore di Fulop con la partecipazione di Vallorani, mentre il terzo gol è arrivato su una palla che non deve attraversare in quel modo tutta l’area di rigore. Peccato perché il nostro primo tempo è stato per il resto esemplare, la miglior Samb vista da quando sono qui a San Benedetto, per l’intensità e l’agonismo del gioco”.

Una parentesi è dedicata all‘arbitraggio: “Fino ad ora siamo rimasti sempre in silenzio ma il rigore netto negato per fallo a Baldinini sul 2-1 a nostro favore è stato lampante: pochi minuti dopo è arrivato il pareggio che ha un po’ cambiato la gara. Sono episodi che si susseguono ripetutamente, col San Nicolò è stato trattenuto Di Paola, con la Civitanovese abbiamo subito rigore ed espulsione. Non vogliamo favoritismi ma neppure essere penalizzati”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.474 volte, 1 oggi)