SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo un mese di stop dovuto ad una pesante squalifica, Romano Tozzi Borsoi torna in campo.

L’ex capitano rossoblu, pentito della leggerezza commessa a Jesi che non gli ha permesso di essere presente nelle gare contro Amiternina, San Nicolò, Fermana e Vis Pesaro, una gran voglia di giocare e fare bene: “Sono stato stupido. Ho passato un momento non felicissimo ma ho comunque lavorato per dare il mio contributo all’interno dello spogliatoio – ha commentato – Ho tentato di ripagare i miei compagni con quello che poi ho sempre fatto in questi mesi. Non è la prima volta che sto fermo per diverso tempo ma ho sfruttato questa pausa per trovare quella serenità che serve a chi pratica questo sport e mi è servito a capire. Sono cose che succedono ma ad un giocatore come me non devono più capitare.Sarò più attento a non commettere questi errori”.

Rimpianto più grande per il giocatore sarebbe stato quello di non poter disputare la prossima gara che vedrà la Samb impegnata al Riviera delle Palme contro il Campobasso: “Mi sono sempre allenato ma ovviamente in tutto questo periodo mi è mancata la parte più divertente che è quella relativa alla domenica – ha spiegato Tozzi Borsoi – Mi sarebbe dispiaciuto molto saltare la partita contro il Campobasso perché da adesso inizia un ciclo di incontri davvero molto stimolante. Quelle che ci attendono sono le gare più belle perché faranno capire a noi e a tutti a che punto siamo e se possiamo veramente lottare per questo primo posto”.

Fatta mea culpa e analizzato l’attuale situazione l’attaccante parla dei prossimi obiettivi: “Dobbiamo giocarci questo mese al massimo e possiamo farlo perché ora siamo nella migliore condizione fisica e mentale – dice – Contro la Fermana e la Vis Pesaro abbiamo dimostrato di aver fatto un bel passo in avanti rispetto a qualche settimana fa ma soprattutto siamo riusciti a diventare ancora più squadra. Quello che mi interessa da qui in avanti è l’atteggiamento da mettere in campo. A fare la differenza sarà la determinazione e devo dire che anche in questo caso siamo migliorati tanto. Domenica ci attende una partita impegnativa contro uno dei gruppi più quotati e che ha tanti bravi giocatori. Tutto quello che voglio adesso – ha concluso – è far parlare più il campo che me stesso. Pensiamo a vincere perché è questo quello che conta”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 585 volte, 1 oggi)