MONTEPRANDONE – L’Handball Monteprandone che ne ha vinte due di fila, sistemando la classifica e cementando gruppo e morale. E poi uno dei colossi della pallamano, quel Franco Chionchio 202 volte in Azzurro, capitano tra i capitani, 500 e passa presenze in serie A, tre volte campione d’Italia con l’Ortigia Siracusa. Lui, il teramano Chionchio. Che a 53 anni è ripartito ancora una volta da casa sua, dalla neonata Hc Team Teramo.

Sono insomma almeno un paio i motivi per cui il Colle Gioioso si preparerà a seguire Monteprandone in vista del terzo impegno casalingo della stagione, sabato alle 18.30, dopo gli ultimi due pieni, quello interno con Chiaravalle e l’altro sul parquet della Pallamano Camerano.
Coach Andrea Vultaggio anche stavolta dovrà rinunciare al capitano, De Cugni, infortunatosi al ginocchio all’esordio a L’Aquila. Qualche speranza di rivedere in campo Alfredo Mucci, che sempre alla prima si era fatto male alla spalla. “Ma che onore sfidare un grande del nostro sport come Chionchio” dice Vultaggio.

Abruzzesi con gran parte dei giovani che nell’ultimo campionato di serie A1 erano al Teramo Handball, società scomparsa dopo la mancata iscrizione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 102 volte, 1 oggi)