SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La prima uscita pubblica dopo la condanna in Appello da parte della Corte dei Conti. Giovanni Gaspari è l’osservato speciale del Consiglio Comunale di giovedì 20 novembre.

All’inizio dell’assise, la segretaria Fiorella Pierbattista ha preso la parola proprio in merito alla sentenza. “Il sindaco è stato informato mercoledì dal proprio legale che la sentenza 1244 rigettava gli appelli del primo cittadino e di Polidori. Ai sensi dell’articolo 63 del Tuel non può ricoprire la carica di sindaco, consigliere comunale, presidente della provincia colui che per fatti compiuti da amministratore è stato con sentenza passata in giudicato ritenuto responsabile e non ha estinto il debito. Qualora vi sia la sentenza e la non estinzione, il Consiglio ai sensi dell’articolo 69 avvia la procedura di contestazione di incompatibilità in conseguenza della quale avviene la decadenza. Nel caso in questione, nonostante la giurisdizione sia di due gradi, può essere effettuato ricorso in Cassazione entro 6 mesi. Ciò significa che la sentenza di cui sopra passerà in giudicato decorsi i centottanta giorni. L’avvio della procedura di incompatibilità e la decorrenza dei termini ricorreranno da quella data”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.099 volte, 1 oggi)