CUPRA MARITTIMA – Due importanti proiezioni al cinema Margherita, proposte in occasione del centenario dallo scoppio della Grande Guerra.

“Torneranno i prati”, di Ermanno Olmi, con Claudio Santamaria, Alessandro Sperduti, ispirato al racconto “La Paura di Federico De Roberto”.

Siamo sul fronte Nord-Est, dopo gli ultimi sanguinosi scontri del 1917 sugli Altipiani. Nel film il racconto si svolge nel tempo di una sola nottata. Gli accadimenti si susseguono sempre imprevedibili: a volte sono lunghe attese, dove la paura ti fa contare attimo dopo attimo, fino al momento che toccherà anche a te. Tanto che la pace della montagna diventa un luogo dove si muore. Tutto ciò che si narra in questo film è realmente accaduto. “torneranno i prati”, scritto tutto minuscolo come si conviene ad una storia minima e morale, non è un film d’azione e non ha nemmeno una trama nel senso canonico del termine, perché i pochi avvenimenti si consumano come la cera di una candela, dentro una quotidianità sporca e scoraggiata. Il film di Olmi è una ballata malinconica come la melodia alla fisarmonica che apre la narrazione, e triste come Il silenzio, le cui note sono incorporate nel tema finale composto e suonato alla tromba da Paolo Fresu.

torneranno i prati (tutto in minuscolo) è un film perfettamente centrato nel cuore di tenebra di una trincea, e di una guerra, buia e allucinata, il nostro Apocalypse Now, cronaca di un conflitto supremamente inutile, e che la Storia vorrebbe dimenticare.”

Il sale della terra di Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado, Il film è un documentario che ritrae le opere del fotografo brasiliano Sebastião Salgado, ed è stato presentato in concorso al Festival di San Sebastian 2014 e al Festival internazionale del film di Roma del 2014. Per 40 anni, il fotografo Sebastião Salgado ha attraversato i continenti sulle tracce di una umanità in piena mutazione. Ha testimoniato i grandi eventi della nostra storia recente: conflitti internazionali, carestie, migrazioni… . Con questo documentario vuole presentare un territorio vergine con paesaggi mozzafiato, un omaggio alla bellezza del pianeta. La sua vita e il suo lavoro sono rivelati dai punti di vista del figlio Juliano, che lo ha accompagnato nei suoi ultimi viaggi e di Wim Wenders, fotografo lui stesso.

Wenders rappresenta col suo cinema la ‘forma’ dell’idea di cui gli scatti sono portatori. Scatti radicali e icastici che penetrano le foreste tropicali dell’Amazzonia, del Congo, dell’Indonesia e della Nuova Guinea, attraversano i ghiacciai dell’Antartide e i deserti dell’Africa, scalano le montagne dell’America, del Cile e della Siberia.

Orario degli spettacoli 

Fine settimana

Torneranno i prati di Ermanno Olmi

mercoledì 19 novembre ore 21.15;

giovedì 20 novembre ore 21.15;

sabato 22 novembre ore 21.15;

domenica 23 novembre ore 16.30-21.15;

lunedì 24 novembre ore 21.15;

Il sale della terra di Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado

venerdì 21 novembre ore 21.15;

sabato 22 novembre ore 18.30;

domenica 23 novembre ore 18.30;

martedì 25 novembre ore 21.15;

Prossimamente: Due giorni, una notte di Luc Dardenne e Jean-Pierre Dardenne,

Anche per la stagione 2013-2014 il Cinema Margherita propone la Tessera Acec Marche. La tessera costa 5 euro, permette di avere 5 ingressi ridotti, più uno in omaggio, ed è utilizzabile in tutte le Sale Acec Marche.

Anche per la stagione 2013-2014 il Cinema Margherita propone la Tessera Acec Marche. La tessera costa 5 euro, permette di avere 5 ingressi ridotti, più uno in omaggio, ed è utilizzabile in tutte le Sale Acec Marche.

Ingressi:  6.50 euro interi,  5 euro ridotti.

Ingresso universitari: 4 euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 245 volte, 1 oggi)