Dal settimanale di Riviera Oggi n.1010 in edicola dall’8 novembre

1964-1967 un triennio da ricordare: nascita e  prima storica promozione in Seconda Categoria

MARTINSICURO – Era un lontano settembre di diversi anni fa, 50 per l’esattezza, quando l’allora sindaco di Martinsicuro, l’amatissimo Alberto Tommolini, diede vita alla prima società calcistica della città. Il primo campionato a cui la neonata società si iscrisse fu quello giovanile della categoria Allievi, con i biancazzurri che a fine anno si piazzarono al quarto posto. In pochi ricordano questa stagione, ma quasi nessuno sa che nel febbraio del 1965 la squadra venne iscritta al campionato di terza categoria provinciale, allora strutturato in gironi da 7 sqaudre.

Oltre al sindaco Alberto, in società arriva il vicepresidente Vittorio Tommolini che spesso verrà chiamato a sostituire il mister Ettore Micozzi, detto “Tturcc”, quando per motivi di lavoro non potrà guidare gli allenamenti. Il medico sociale è un’altra istituzione della città truentina: il dottor Ermanno Basilio.
La prima esperienza in un campionato provinciale si conclude con un dignitoso quinto posto e una coppa disciplina vinta in quanto squadra più corretta del girone. Ed è da qui che tutto ebbe inizio. Nella stagione 1965-66, quella successiva, i ragazzi di mister Micozzi, l’allenatore che resterà alla guida tecnica fino alla stagione 1970-71, riconfermarono la quinta piazza in classifica. L’anno dopo, nella stagione 1966-67, il Martinsicuro arriva primo nel suo girone e si ritrova a lottare con il Nereto (prima classificata del girone B) per accedere in Seconda Categoria.

La prima sfida in casa del Nereto si conclude con una sonora sconfitta per 4-1, ma il Martinsicuro si riscatta una settimana dopo, riuscendo a vincere nella gara di ritorno per 1-0 e portando l’avvincente scontro alla “bella” in campo neutro.

In città l’entusiasmo è alle stelle: la squadra si allenerà per un settimana intera in un Comunale sempre pieno di sostenitori. Il giorno del big match si assiste ad un vero e proprio esodo di tifosi verso Teramo, città che ospiterà la sfida finale tra le due squadre. Sugli spalti dello stadio teramano è un tripudio di bandiere biancazzurre, trombette e cori, ma la gara, vista l’importanza della posta in palio, è bloccata e il primo tempo procede senza troppi sussulti. Copione che non cambia nella ripresa fino al 30′ quando è Bianchini a tirar fuori dal cilindro un gran diagonale che batte il portiere neretese e regala ai biancazzurri la storica promozione. Sugli spalti esplode la festa e un lungo carosello accompagnerà la squadra fino al ritorno in città.
Questa la formazione campione: Spinosi, Muzietti, Mattiucci (capitano), Tattoni, Laurenzi, Scarpantoni, Croci, Di Paolo, Marchetti, Bruni, Bianchini.

La seconda puntata “1967-1969 Dalla beffa nella testa a testa col Cepagatti alla gloria nell’epica battaglia di Bisenti” è già in edicola.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 941 volte, 1 oggi)