ANCONA – Sono frequenti gli attacchi a danni di ditte, aziende e professionisti, da parte di pirati informatici. La Polizia Postale ha stilato che dall’inizio del 2014 sono avvenuti circa 300 attacchi, nelle Marche, da parte degli hacker.

Naturalmente l’obiettivo dei criminali sono somme di denaro che sono dirottate nei loro conti correnti a scapito dei veri destinatari. I dirottamenti sono inoltrati, per la maggior parte delle volte, su conti esteri extra europei.

Altra truffa sono i falsi indirizzi e-mail di aziende o fornitori, dove poi le somme di denaro sono smistate con facilità in altri conti correnti.

Novità degli ultimi mesi è il virus Ransomware. Virus informatico che, una volta entrato nei computer, cripta i dati e cancella quelli in chiaro. Segue poi una richiesta di denaro in cambio della chiave di decriptazione.

La Polizia Postale avverte le varie imprese a fare più attenzione nella sicurezza informatica, soprattutto per gli investimenti di somme di denaro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 323 volte, 1 oggi)