SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un osservatorio sulle scuole e sull’educazione del nostro Paese: torna la sessione autunnale della rassegna del documentario Libero Bizzarri con l’undicesima edizione del concorso Mediaeducazione.

Questa edizione vede l’entrata di un nuovo premio speciale sul tema dell’autismo, creata in collaborazione con l’associazione Omphalos Onlus. Questa sezione del concorso ha l’obiettivo di raccogliere ed esporre testimonianze positive riguardo la patologia in modo costruttivo, per sensibilizzare e tentare di portare un miglioramento effettivo della qualità della vita di coloro che sono affetti da autismo e delle loro famiglie.

La sessione autunnale della rassegna vuole promuovere l’utilizzo della multimedialità e del linguaggio visuale nella didattica, ed il programma di Mediaeducazione ha infatti per protagonisti i giovani. Gli oltre 100 lavori inizialmente inviati al concorso provengono da scuole di tutta Italia, dalle primarie alle superiori e alle agenzie di formazione. La selezione finale prevede la proiezione di 18 di questi cortometraggi e documentari nelle due mattinate di giovedì 30 e venerdì 31 ottobre presso l’auditorium comunale.

Il pomeriggio del venerdì sarà invece dedicato alla sezione speciale sull’autismo, con ulteriori proiezioni presso le scuole Moretti ed un corso di formazione per docenti e famiglie dal titolo “EduCare all’autismo”. L’attenzione alla tematica dell’autismo coincide anche con l’inaugurazione di un centro specializzato ad Acquaviva Picena nonchè della prima legge regionale d’Italia sulla patologia.

La presidente della fondazione Bizzarri Maria Pia Silla ha dichiarato di essere soddisfatta riguardo la quantità di lavori ricevuti, ed ha notato come anche case di produzione cinematografica di rilievo si stiano avvicinando alle scuole.

Per informazioni è disponibile il sito www.fondazionebizzarri.org.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 141 volte, 1 oggi)