L’ipotesi di abbandonare un euro, che ha cambiato il concetto di risparmio, di sovranità monetaria e popolare è più che legittima. L’amore fra i due non c’è mai stato.

Tutto è frutto di un matrimonio programmato, poiché nessuno di noi ha mai pronunciato il fatidico sì. Inoltre, dopo aver scoperto che l’euro non è altri che un furbo cacciatore di dote, il bisogno di chiedere il divorzio è diventato un’esigenza ormai inevitabile.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 388 volte)